Avengers Infinity War

Recensione in anteprima (senza spoiler) – Arriva nelle sale italiane (e di tutto il mondo) l’atteso, diciannovesimo film del Marvel Cinematic Universe. Il nuovo capitolo che chiama in causa gli Avengers ha un cast numeroso e vario frutto di (quasi) tutti i film precedenti. Con un ottimo intreccio condito di azione “Avengers infinity War” non fa pesare i suoi 149 minuti. Al cinema dal 25 aprile.

Read more

Campo di fuoco (CK)

Russell Brendan Kane, tenente colonnello del 22° Reggimento SAS, corridori della lama dei commandos di Sua Maestà Britannica. Sul suo volto, il tempo pareva aver scavato le angolazioni squadrate di una maschera totemica. Non solamente il tempo. Un uomo senza volto, un soldato nella penombra, uno sniper, un letale cecchino in grado di penetrare, esplorare, colpire e svanire nel nulla… Spedito in missione nella giungla messicana, con una collega molto pericolosa e con informazioni incomplete, Kane si trova in prima linea al centro di un micidiale intrigo di politici corrotti, servizi deviati e guerriglieri narcos. La foresta è un luogo ideale per uccidere e morire, per affrontare l’oscurità e seppellire i fantasmi del proprio passato. Ma per Kane non è ancora tempo di deporre il fucile d’assalto… Un inseguimento senza pause sui terreni più difficili, l’ombra del tradimento, il crepitare delle armi automatiche: un thriller adrenalinico con un guerriero indimenticabile.

Read more

Scomparsa (CK)

È una mattina d’estate qualunque per la giovane agente immobiliare Annie O’Sullivan. Quel giorno, le sue uniche preoccupazioni sono l’ennesima lite con la madre, l’open house da organizzare in una casa in vendita nel pomeriggio e la cena con Luke, il suo fidanzato. Quando arriva il suo ultimo cliente Annie s‚illude, per un attimo, che sarà forse il suo giorno fortunato: non sarà così.

Read more

Sin City: una donna per cui uccidere

Guardando Sin City: una donna per cui uccidere, non si ha più quel fascino suscitato nel 2005 quando uscì il primo capitolo di Sin City. Purtroppo il destino dei film “numero 2” è quello di confrontarsi con il film che li ha preceduti, sequel o prequel che siano. Possiamo benissimo dire “buona la prima”. Buona la prima perché quanto di bello e di affascinante era stato presentato nel 2005 qui è soltanto replicato e in poche scene si va oltre tanto da giustificare nove anni di attesa.

Read more