Recensione in anteprima – Disney è lieta di invitarvi a bordo della sua turbolenta crociera in compagnia di due guide d’eccezione, Dwayne Johnson ed Emily Blunt. Siete pronti ad affrontare le temibili acque del Rio delle Amazzoni? Jungle Cruise vi aspetta al cinema dal 28 Luglio e su Disney Plus con accesso Vip a pagamento dal 30 Luglio.

Disney ci riprova…

Sono passati quasi 20 anni dal primo fortunato film dei Pirati dei Caraibi e Disney vuole provarci di nuovo. Dare vita ad una nuova saga cinematografica partendo dalla scenografia di una delle sue più iconiche attrazioni di Disneyland, Jungle Cruise. Forse però non tutti conoscono l’attrazione di Disneyland, e allora facciamo un piccolo passo indietro.

Quando Disneyland aprì i battenti nel 1955, Jungle Cruise fu una delle prime attrazioni dell’area tematica Adventureland a entusiasmare folle di visitatori. Tuttora popolare, l’avventura sulle barche di Jungle Cruise è ancora operativa nel parco originale di Anaheim, in California, oltre che al Magic Kingdom di Walt Disney World in Florida e nei parchi internazionali di Tokyo Disneyland e Hong Kong Disneyland.

Purtroppo l’attrazione Jungle Cruise non è presente all’interno del parco più accessibile a noi, ovvero Disneyland Paris. Jungle Cruise, come suggerisce il nome, simula una crociera a bordo di un’imbarcazione a vapore lungo il corso di uno dei più lunghi fiumi del mondo. Gli esploratori grazie ad una guida potranno imbattersi in diverse repliche animatroniche di animali della giungla. Ogni tour segue diverse narrazioni, basate su leggende locali.

…con una giostra in un film

Ed è proprio da queste leggende che trae ispirazione il nuovo film Disney diretto da Jaume Collet-Serra (The Commuter, Paradise Beach – The Shallows).

Con Jungle Cruise Disney ci trasporta in una vivace e burrascosa corsa lungo il Rio delle Amazzoni guidati dallo spericolato capitano Frank Wolff (Dwayne Johnson) e dalla tenace ricercatrice Lily Houghton (Emily Blunt). Da Londra, Lily parte per la foresta amazzonica e recluta Frank per guidarla lungo il corso del fiume con La Quila, la sua barca diroccata, ma affascinante.

Lily è determinata a svelare un’antica leggenda indigena; scoprire un gigantesco albero con straordinarie capacità curative, in grado di cambiare il futuro della medicina. L’avventura però non sarà affatto una semplice crociera sul Rio. L’improbabile duo dovrà vedersela con innumerevoli pericoli della giungla e non solo, anche con forze soprannaturali, nascoste nell’ingannevole bellezza della rigogliosa foresta pluviale.

Jungle Cruise rappresenta l’ennesima sfida per Disney. Dare il via ad una nuova saga non è mai semplice. I rischi di un grande flop sono sempre dietro l’angolo. Soprattutto quando di mezzo ci si mette anche una pandemia mondiale. Ma Disney per Jungle Cruise non ha badato a spese ed è andata subito sul sicuro, puntando su due attori che sono ormai una certezza. Dwayne Johnson e Emily Blunt non deludono le attese e danno vita ad un duo con una forte alchimia. L’intesa tra i due è evidente sia dentro che fuori la pellicola e suggerisce che entrambi si siano parecchio divertiti nel girare le sequenze del film. Dwayne Johnson inoltre figura anche come produttore, a conferma di quanto l’attore creda nel nuovo progetto Disney.

Jack Whitehall is Macgregor and Emily Blunt is Lily in Disney’s JUNGLE CRUISE. Photo by Frank Masi. © 2021 Disney Enterprises, Inc. All Rights Reserved.

Cast ma non solo

Disney ha puntato molto sul cast, ma non solo. La realizzazione tecnica è di primissimo ordine, nulla da invidiare a saghe più famose del calibro di Pirati dei Caraibi e Star Wars. Il paesaggio e le creature della giungla amazzonica sono state riprodotte con grande cura. Non mancano anche simpatiche citazioni all’attrazione originale di Disneyland. Jungle Cruise vi colpirà con le sue ambientazioni ricche di colori vivaci, immagini sature che restituiscono un’atmosfera soleggiata molto suggestiva.

Una menzione speciale per la colonna sonora di James Newton Howard, vera e propria sorpresa del film. Già dall’intro rimarrete stupiti.

Jungle Cruise ha molti punti in comune con tanti suoi predecessori del genere. Primo su tutti quel Pirati dei Caraibi già citato in partenza. Della saga di Jack Sparrow ritroviamo estetica e atmosfere al limite tra il reale e l’esoterico. Ci sono tanti parallelismi anche con i vari Indiana Jones e il primo film de La Mummia con la coppia Brendan Fraser/Rachel Weisz. Gli amanti Disney però non potranno non notare una certa somiglianza con il piccolo ma amato film d’animazione Atlantis – L’impero perduto (che proprio quest’anno festeggia il suo 20° anniversario).

Disney ci invita a prendere parte ad una nuova avventura, non certo originale dal punto di vista della trama, ma molto avvincente e con atmosfere di grande impatto, soprattutto per i più giovani. Jungle Cruise rappresenta un buon compromesso tra Indiana Jones e Pirati dei Caraibi e offre una solida base per una possibile futura saga.

Voto: 7

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.