Cena con Delitto – Knives Out

Recensione – Con Cena con Delitto – Knives Out il regista e sceneggiatore Rian Johnson rende omaggio al racconto giallo creando un crime intrigante, irriverente e attuale. Il film è ora disponibile su Amazon Prime Video.

La storia

Cena con Delitto Knives Out inizia nel più classico dei modi: Harlan Thrombey (Christopher Plummer), romanziere giallo di grande successo, viene trovato morto nella sua lussuosa dimora, in circostanze misteriose, la mattina dopo la festa per il suo 85esimo compleanno. La polizia locale pensa si tratti di un semplice suicidio ed è decisa ad archiviare il caso, di parere contrario è invece il celebre investigatore privato Benoit Blanc (Daniel Craig).

Il detective, uomo di straordinario intuito e carisma, sospetta in realtà che il capofamiglia sia stato ucciso e riunisce la numerosa famiglia del defunto per trovare il colpevole. Tutti sono potenziali sospettati e tutti avrebbero un motivo più che valido per eliminare Harlan Thrombey, uomo che l’esperienza e l’età hanno reso tanto lungimirante quanto sagace.

Un giallo moderno

Rian Johnson firma sceneggiatura e regia di Cena con Delitto – Knives Out, disponibile su Amazon Prime Video, un’opera originale ideata dallo stesso Johnson che, grazie ai numerosi colpi di scena, è in grado di catturare da subito l’attenzione dello spettatore lasciandolo col fiato sospeso per tutta la durata del film. Il regista rivisita sapientemente il whodunit movie (contrazione della frase Who has done it?, che descrive il classico intrigo che rende omaggio alle immortali opere nate dalla penna di Agatha Christie) donandogli freschezza, originalità e adattandolo agli anni duemila.

Nel lungometraggio lo scenario atemporale del genere classico viene infatti trasposto in maniera acuta e tagliente sulle abitudini sociali e la vita familiare del nostro secolo.

Il Cluedo prende vita

Cena con DelittoKnives Out è un film appassionante e intelligente, merito anche di una sceneggiatura solidissima firmata dallo stesso Johnson, in cui il ritmo serrato, che non concede distrazioni, si intreccia a dialoghi sagaci e divertenti.

Lo spettatore non assiste solamente a indagini e colpi di scena, ma nel corso della storia scopre dettagli nascosti e conosce i vari personaggi, le loro motivazioni e le loro azioni, come se fosse egli stesso una pedina in una partita di Cluedo. Un film corale in cui ciascun componente della famiglia Thrombey è finemente caratterizzato, dove poco per volta emergono complesse dinamiche relazionali e all’intrigo si affianca una riflessione sulla società americana contemporanea.

Un cast multigenerazionale

Un altro elemento di forza che rende il film appetibile ad una grande fetta di pubblico è il cast impeccabile e multigenerazionale. Daniel Craig, Jamie Lee Curtis, Chris Evans, Ana de Armas, Toni Collette, Christopher Plummer e Michael Shannon sono alcuni dei componenti della famiglia protagonista del lungometraggio.

I personaggi immaginati da Rian Johnson sono pensati per rispecchiare la caotica vita familiare odierna. Lo stesso regista ammette di aver voluto creare un’opera che fosse

“moderna, divertente, piena di idee nuove e di intrighi e soprattutto incentrata sulle dinamiche familiari”.

Una perfetta storia crime che poco alla volta trascina lo spettatore nel complicato mondo dei drammi umani: tutti i personaggi sono sfaccettati, ambigui, divertenti, autoironici.

Rivisitare i cliché del genere

Cena con Delitto – Knives Out è ricco di trovate irresistibili. I tradizionali clichè del genere come il ribaltamento delle situazioni, gli interrogatori condotti dal detective, i flashback collegati alla scena del delitto e mostrati da diversi punti di vista per rimettere in discussione la storia, vengono riadattati con maestria conferendo alla narrazione una freschezza inedita. Elementi che rendono il film di Rian Johnson un un ottimo prodotto di intrattenimento, capace di coinvolgere e divertire lo spettatore.

Voto: 8

Commenti