Troop Zero

Recensione – Visioni dalla “zona rossa” – Una vivace bambina con una grande passione per lo spazio e un’importante missione da portare a termine. Questa è la storia raccontata in Troop Zero (Equipaggio zero), produzione originale Amazon e disponibile su Prime Video.

La trama e il cast

Christmas Flint (Mckenna Grace) è un’eccentrica e solitaria bambina di nove anni profondamente affascinata dallo spazio e da tutto ciò che riguarda il mondo extraterrestre. Il film è ambientato nel 1977 nella Georgia rurale e segue le avventure della giovane protagonista che, nonostante la morte della madre, non smette di inseguire i propri sogni e le proprie passioni. Quando Christmas scopre che, attraverso un concorso a cui partecipa il gruppo scout della sua città, è possibile registrare uno speciale messaggio sul Golden Record della Nasa, la giovane protagonista è determinata a realizzare il suo più grande desiderio: poter spedire il suo prezioso messaggio nello spazio ed essere in qualche modo anche più vicina alla madre.

Troop Zero, diretto dalle registe Bert & Bertie, è stato presentato al Sundance Film Festival nel 2019 per poi approdare direttamente sulla piattaforma streaming di Amazon. Il film rientra perfettamente nel genere dramedy, un perfetto mix tra dramma e commedia in cui si mescolano sapientemente episodi divertenti a scene più delicate e toccanti. Nel cast oltre alla giovanissima e brillante Mckenna Grace, che interpreta la protagonista Christmas Flint, troviamo attici acclamate come Viola Davis (Miss Rayleen) e Allison Janney (Miss Massey).

Omaggi e citazioni

Il lungometraggio segue le vicende di Christmas e del suo piccolo gruppo di amici che avranno il compito di affiancarla nella sua personale missione: vincere il Jamboree talent show e permettere così alla giovane protagonista di inviare il suo messaggio nello spazio.

Fin dalle prime immagini il film ci riporta alla mente Little Miss Sunshine, con la sua protagonista un po’ emarginata e diversa rispetto alla maggior parte delle sue coetanee che però non si lascia scoraggiare ed è determinata a realizzare i suoi sogni e desideri. Alcune sequenze invece, caratterizzate anche da una luce calda e avvolgente, sono un chiaro rimando alle atmosfere fiabesche che ritroviamo in Moonrise Kingdom di Wes Anderson.

Una colonna sonora vincente

In Troop Zero il mondo degli adulti viene osservato attraverso gli occhi di una bambina di nove anni e la giovane e talentosa Mckenna Grace offre una performance meravigliosa. Senza mai risultare eccessivamente commovente o sopra le righe è davvero perfetta nella parte dell’eccentrica Christmas.

Sulle note di Aretha Franklin, David Bowie, Elvis Presley e Diana Ross Troop Zero ci trasporta dolcemente nel mondo vivace e colorato dei bambini in cui, però, non mancano delusioni o momenti difficili da superare. Un film ricco di messaggi come ispirazione, coraggio e amicizia, perfetto da guardare da soli o in compagnia di tutta la famiglia.

Voto: 6,7

Commenti