Third person

Recensione – Al quarto film da regista e sceneggiatore Haggis cerca (invano) di immergerci nei suoi pensieri da scrittore. Le tre storie del film si annunciano, corrono, sbandano e alla fine deragliano più o meno fragorosamente. Con la timida volontà di relazionarsi ai personaggi in cerca d’autore di pirandelliana memoria si finisce per essere fuorviati da un malriuscito “Essere Paul Haggis”.

Read more