Cinema (reale) dal 19/03/2015

insurgent

Fine settimana ricco di film in uscita. La quantità non è molte volte sinonimo di qualità e speriamo non sia il giudizio di questo giovedì di uscite. La proposta è molto variegata. Fa la parte da padrone, è probabilmente da protagonista dei prossimi giorni al box office: Insurgent il secondo capitolo iniziato lo scorso anno con il film Divergent. Al blockbuster seriale americano risponde la cinematografia italiana con diversi titoli. Fa il suo debutto alla regia con la sua opera prima Riccardo Rossi (attore teatrale e di telefilm nonché presentatore televisivo) “La prima volta (di mia figlia)” commedia che già dal titolo cita l’argomento principale. Abbiamo anche “Latin Lover” di Cristina Comencini con Virna Lisi, “SmoKings” interessante documentario sulla lobby dell’industria delle sigarette. Visti i successi di pubblico (ma non di critica) dei precedenti film, ritornano al cinema “i solidi idioti” che ci presentano “La solita commedia – inferno”, temiamo per la buona riuscita al box office che possa dare il via a due prevedibilissimi sequels. Menzione speciale per “Chi è senza colpa” titolo ridicolo dell’originale “Animal Rescue” che vede l’ultima apparizione di James Gandolfini. Voi che film andrete a vedere? Buona visione!

Trame tratte da filmup.it

The Divergent Series: Insurgent

Insurgent segue Tris e la sua ricerca di alleati e risposte tra le rovine di una futuristica Chicago. Tris (Shailene Woodley) e Quattro (Theo James) sono in fuga, inseguiti da Jeanine (Kate Winslet), la leader degli Eruditi, una fazione elitaria assetata di potere. In corsa contro il tempo, devono scoprire il motivo per cui la famiglia di Tris ha sacrificato la propria vita e perché i vertici degli Eruditi fanno di tutto per fermarli. Condizionata dalle scelte compiute, ma decisa a proteggere chi ama, Tris, con Quattro al suo fianco, affronta sfide impossibili fino a scoprire la verità sul passato e le conseguenze che avrà sul futuro del loro mondo.

Chi è senza colpa (Animal Rescue)

Basato sul racconto breve di Dennis Lehane, Chi è senza colpa racconta le vicende del solitario barista Bob Saginowski (Tom Hardy) coinvolto nel riciclaggio di denaro sporco da parte dei gangster che controllano alcuni bar di Brooklyn. Per colpa di suo cugino Marv (James Gandolfini), Bob si ritrova invischiato in una rapina e al centro di una indagine che scava nel passato di tutto il quartiere, dove amici, famiglie e avversari lavorano fianco a fianco per guadagnarsi da vivere, a qualsiasi costo.

Latin lover

Saverio Crispo, il grande attore del cinema italiano, un genio, come lo definisce il critico Picci, è morto dieci anni fa. Le sue quattro figlie, avute da mogli diverse in altrettante parti del mondo, si radunano nella grande casa del paesino pugliese dove l’attore è nato. La figlia italiana con il compagno di cui è fidanzata clandestina. La figlia francese, con il più piccolo dei tre figli avuti da tre padri diversi. La figlia spagnola, l’unica sposata, con un marito impenitente traditore. E l’ultima figlia svedese che il padre non l’ha quasi mai visto. Arrivano anche le due vedove, la prima moglie italiana che se lo è ripreso e curato in vecchiaia, e l’attrice spagnola che lo ha sposato ai tempi dei western all’italiana. Nessuna delle figlie ha conosciuto veramente il grande padre che ognuna ha mitizzato e amato nelle epoche diverse della sua trionfale carriera. Nel mezzo dei festeggiamenti, quando ancora è attesa la quinta figlia, l’americana riconosciuta con la prova del Dna, irrompe invece Pedro del Rio, lo stunt che pare conoscere l’attore meglio di chiunque altro. Tra conferenze stampa, proiezioni, rivelazioni notturne di segreti, le donne del grande divo rivaleggiano, si affrontano, in un crescendo di emozioni e situazioni tragicomiche.

la-prima-volta-di-mia-figlia

La prima volta (di mia figlia)

Alberto (Riccardo Rossi) è un medico della mutua, maniaco dell’ordine, separato da dieci anni e totalmente dedito – emotivamente ed affettivamente – alla figlia quindicenne, Bianca (Benedetta Gargari). Un giorno uguale a tutti gli altri della sua vita completamente organizzata, metodica e ordinata, arriva un fulmine a ciel sereno: legge di nascosto sul diario di Bianca che la sua bambina sta per fare l’amore per la prima volta! Alberto è nel panico, non aveva ancora immaginato che potesse arrivare quel giorno anche per sua figlia: l’angelo della sua vita… Deciso a combattere per non far accadere il “fattaccio”, o quantomeno a far capire a sua figlia come “dovrebbe essere fatto” organizza una cena con la sua più cara amica Marina (Fabrizia Sacchi), ginecologa al consultorio e per questo – secondo Alberto – esperta di adolescenti, per dissuadere la figlia dal ‘commettere questo grave errore’. Ma le cose non andranno come sperato e quella che doveva essere una cena “istruttiva” si trasformerà in uno zoo, una grande “terapia di gruppo” che cambierà per sempre il rapporto tra padre e figlia…

SmoKings

Il documentario ripercorre la storia dei fratelli Carlo e Giampaolo Messina, proprietari di Yesmoke, una piccola fabbrica di sigarette con sede a Settimo Torinese (Piemonte), dall’inizio del loro business online nel 2000 fino a dicembre 2013. Tutto ebbe inizio con il sito Yesmoke.com, creato dai fratelli Messina per la vendita di sigarette online con sede a Balerna in Svizzera e gestito da Mosca, dove risiedevano nel 1999. Attraverso tale sito ogni giorno decine di migliaia di persone acquistavano stecche di Marlboro, Camel e Lucky Strike ad un prezzo stracciato. Ben presto i due fratelli arrivarono a fatturare 100 mln di dollari l’anno. Quando ormai erano convinti di aver creato un sistema di business innovativo e legale, Philip Morris fece loro causa per concorrenza sleale, chiedendo un risarcimento di 550 milioni di dollari. I Messina inizialmente ignorarono il fatto e continuarono a soddisfare le richieste dei loro clienti, fino a quando, nel 2004, grazie all’appoggio del governo americano, Philip Morris riuscì a fermare il loro business. Una volta chiuso il sito, i due fratelli decisero di mettersi in proprio con l’obiettivo di “farla pagare” al gigante del tabacco. Nel 2007 fondarono in Italia Yesmoke, ma il loro modo di fare affari non piacque allo Stato Italiano e i due si ritrovarono nuovamente contro il sistema. Decisero così di “fare la guerra” anche allo Stato Italiano, citandolo in giudizio… Il 27 novembre 2014 i fratelli Messina vengono arrestati con l’accusa di contrabbando di tabacchi lavorati ed evasione per 90 mln di Euro. L’operazione è stata condotta da Italia, Germania e OLAF (Ufficio per la Lotta Antifrode della Commissione Europea) su segnalazione dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli – Direzione Centrale Antifrode e Controlli. I fratelli Messina sono in attesa del processo. Quale sarà la verità? Si tratta dell’ennesimo tentativo di ostacolare il loro business o le prove saranno schiaccianti? Chi vincerà quest’altra battaglia?

La solita commedia – inferno

2015: l’Inferno è nel caos. Una schiera di nuovi peccatori arriva ogni giorno ad affollare gli uffici di Minosse. Ma l’Inferno è una struttura vecchia, antiquata: i nuovi peccatori, non trovando una giusta collocazione, si disperdono tra i gironi. Lucifero viene ricevuto direttamente da Dio, che cerca una soluzione. L’idea vincente è una catalogazione dei nuovi peccati sulla Terra. E a chi affidare quest’incarico se non a Dante Alighieri, che già una volta, a suo tempo, svolse questo compito con eccellenti risultati? Dante viene così catapultato in una grande città italiana, e trova finalmente la sua guida, colui che lo accompagnerà alla ricerca dei “nuovi peccati”: Demetrio Virgilio, un trentenne precario che si appresta, come ogni mattina, ad affrontare un’altra “giornata d’Inferno”.

Escono inoltre: Besak – in viaggio per la felicità, La donna del lago, Fino a qui tutto bene, N-Capace, Una nuova amica, Il segreto, Stories we tell, Ti si legge in faccia, Vergine Giurata

4 comments

  1. Il film più interessante in realtà è Una nuova amica di Ozon, poi mi incuriosisce questo Stories We Tell ma giusto perchè c’era un film cinematikino con lo stesso titolo, curioso.

  2. Sarà ma io Riccardo Rossi non lo sopporto dai tempi dei “ragazzi della 3a C”.
    Latin lover mi ispira, ma mi ricorda molto la trama di “la cena per farli conoscere” di Avati con Abatantuono (lì vivo a differenza di questo film).
    Smoking è particolare e forse piacerebbe a Luca. Da recuperare in DVD e mai al cinema.
    La solita commedia inferno, invece non è che mi ispiri gran che. Sembra roba già vista mille volte, ma magari potrebbe essere una sorpresa.

Commenti