Cinema (reale) dal 17/03/2016

Brooklyn

Fine settimana con diverse uscite piene di interessi. Innanzitutto abbiamo finalmente l’uscita in Italia di “Brooklyn” che noi abbiamo visto al Torino Film Festival nel novembre scorso, il film è stato nominato all’Oscar come miglior film e la splendida Saoirse Ronan nominata nella categoria miglior attrice protagonista. I più piccoli aspettano con trepidazione “Kung Fu Panda 3”, anche questo recensito in anteprima grazie a una pre-release nello scorso week end in qualche cinema d’Italia. “Frankestein”, film controverso e non amato dalla critica e “Risorto” completano quasi nella totalità l’offerta di questo fine settimana.

Brooklyn (Recensione)

1950. Eilis Lacey, una giovane immigrata irlandese si fa strada nella Brooklyn degli anni ‘50. Attratta dalla promessa dell’America, Eilis lascia l’Irlanda e le comodità della casa materna alla volta della costa di New York. L’inibizione iniziale dovuta alla nostalgia di casa scompare rapidamente con il coinvolgimento in una relazione che catapulta Eilis nel mondo affascinante e inebriante dell’amore. Presto però questo entusiasmo viene spento dal suo passato e la giovane si trova a dover scegliere tra due paesi differenti e le vite che essi comportano.

Kung Fu Panda 3 (Recensione)

Il padre di Po, scomparso da tempo, riappare improvvisamente, e il duo finalmente riunito si reca in un “paradiso segreto dei panda” dove incontrerà decine di esilaranti nuovi personaggi. Quando però il super-cattivo Kai comincia a espandersi in tutta la Cina sconfiggendo tutti i maestri di kung fu, Po dovrà fare l’impossibile e addestrarsi, in un villaggio pieno di amanti del divertimento, insieme ai fratelli maldestri, per riuscire a diventare la banda più imbattibile di Kung Fu Panda!

Frenkenstein

Dopo essere stato creato artificialmente e essere stato abbandonato al suo destino da una coppia di eccentrici coniugi scienziati, Adam – questo è il suo nome – viene aggredito e diventa oggetto di violenza da parte del mondo che lo circonda. Questa creatura inizialmente perfetta, diventata in poco tempo mostro sfigurato, si trova presto a dover fare i conti con il lato più brutto dell’essere umano.

Joseph-Fiennes-Risen-Banner

Risorto

L’epica storia della Resurrezione e delle settimane che la seguirono, attraverso gli occhi dell’incredulo Clavius, un tribuno militare di alto rango. Clavius e il suo aiutante Lucius vengono istruiti da Ponzio Pilato per assicurarsi che i seguaci radicali di Gesù non rubino il suo corpo e in seguito dichiarino la sua risurrezione. Quando il corpo scompare nei giorni successivi, Clavius parte in missione alla ricerca del corpo perduto, per smentire le voci del Messia risorto ed evitare una rivolta a Gerusalemme.

Truth – il prezzo della verità

La mattina del 9 settembre 2004 la produttrice della CBS News Mary Mapes aveva tutte le ragioni per essere orgogliosa del suo servizio giornalistico. Ma alla fine di quella giornata, lei, la CBS News, e il famoso conduttore della CBS News Dan Rather, furono messi a dura prova. La sera precedente, 60 Minutes II aveva mandato in onda un reportage investigativo, prodotto dalla Mapes e presentato da Rather, nel corso del quale venivano rivelate delle prove secondo cui il Presidente George W. Bush aveva trascurato il suo dovere nel periodo in cui prestava servizio come pilota nella Guardia Nazionale dell’Aeronautica del Texas, dal 1968 al 1974. Ma a pochi giorni dallo scandalo, i registri del servizio militare di Bush smisero di essere al centro dell’attenzione dei media e del pubblico, e da quel momento in poi, furono 60 Minutes, la Mapes e Rather a passare sotto alla lente di ingrandimento; i documenti a supporto della loro inchiesta furono denunciati come falsi, e lo staff di 60 Minutes fu accusato di cattivo giornalismo. Come è mai possibile che l’attenzione si sia spostata sui giornalisti che misero in questione la versione ufficiale della storia? Come è possibile che dei dettagli futili, come il carattere utilizzato nei documenti, le interruzioni di linea, o gli apici divennero apparentemente più importanti del fatto che il Presidente avesse (oppure no) trascurato i suoi obblighi militari? Integrità e indipendenza giornalistica furono forse irrimediabilmente messe da parte nei consigli di amministrazione e nelle redazioni?

La corte

Michel Racine è il temuto Presidente di una corte di assise. É molto severo con se stesso e con gli altri. É soprannominato il « giudice a due cifre » , perchè le sue condanne non sono mai inferiori a dieci anni. Ma ogni cosa viene sconvolta dalla comparsa di una donna, Ditte Lorensen – Coteret. Fa parte della giuria in un processo per omicidio. Sei anni prima, Racine si era innamorato di lei. Quasi in segreto. É lei l’unica donna che abbia mai amato

Vita, cuore, battito

Dopo aver vinto un viaggio azzeccando un terno secco al lotto clandestino, una coppia di fidanzati della periferia napoletana, alla prima esperienza fuori Napoli, vivrà delle situazioni poco decorose durante le tappe della vacanza. La più grande difficoltà, però, sarà far ritorno nella loro terra d’origine…

escono inoltre: Bianco di Babbudoiu, The Lesson – scuola di vita, La linea sottile, Le mille e una notte, SebastianO

Commenti