Ck Biography 1×02: Benedict Cumberbatch

Benvenuti su Biography, secondo episodio.

Sapete, molti miei lettori mi accusano di essere troppo autoreferenziale… ma se dichiaro che il prossimo protagonista della rubrica sarà il vincitore del premio miglior attore protagonista e poi fate vincere il mio, grazie al cavolo che sono autoreferenziale!

Comunque. Come ho detto, oggi si parlerà del miglior attore protagonista dei CK Award invernali 2015, un premio che fa discutere, ma che comunque ha il suo vincitore: Benedict Timothy Carlton Cumberbatch!

Cumberbatch_1x02

Nato il 19 luglio 1976 ad Hammersmith, la prima apparizione su CK per l’attore inglese più in voga del momento è nella defunta Tv-Matik: la SBF lo sceglie per un ruolo da protagonista, dopo averlo visto su Sherlock. E quindi lo prende per il ruolo dell’alieno autostoppista Ford Prefect nella serie tv “Guida Galattica per Autostoppisti”.

Cumberbatch_1x02_2La cosa più importante per un autostoppista è non dimenticare mai il suo asciugamano (Douglas Adams.)

Ford, come gli altri protagonisti del libro, è una figura importante nella fantascienza inglese e Ben ci ha messo tutto per rendere la sua performance credibile, mantenendo la sua curiosità, il suo tono ironico e la sua visione esterna verso gli esseri umani. “Ford è il fool di Douglas Adams” spiega Benedict “attraverso lui, esprime la sua visione verso la terra e verso la razza umana. Gli piace, si affeziona, ma non la capisce, ed è questo che rende il personaggio intrigante e ironico”.

Durante le riprese, Cumberbatch ha parlato con Mos Def, il Ford cinematografico, che ai tempi si trovava in prigione ma che ha recuperato subito la serie una volta uscito: “Essendo stato in una serie ha avuto più possibilità di esprimere la completezza di Ford” ha commentato Def “l’ha approfondito, mostrando lati che non potevano essere mostrati nel film per problemi di lunghezza, è stato bravo”.

Il fallimento di Tv Matik ha impedito la produzione di fare la seconda stagione della serie, ma il talento di Cumberbatch ha attratto l’attenzione di una casa appena nata specializzata in fantasy, che l’ha scelto per uno dei tanti ruoli principali nella trasposizione de “Il Silmarillion”: Il Risveglio degli Elfi.

Cumberbatch_1x02_3

Un Cumberbatch biondo ed elfico che viene visto sul set per la Fiamma Imperitura.

La Fiamma Imperitura fa solo questo film, ma la presenza del cast all star, degli effetti speciali e dell’atmosfera mistica che permea la pellicola lo rende uno dei più memorabili della storia di CK.

Cumberbatch interpreta uno dei protagonisti, un coraggioso elfo della prima era della Terra di Mezzo, quando i Valar erano vicini ai suoi figli e non c’erano anelli magici che minacciavano la pace di quella che diventerà l’Australia. L’atmosfera aiuta molto e Ben dà il meglio di sé, anche se la presenza di altre star molto più famose oscura quelle che sono le “nuove facce” del cinema internazionale.

Questo film risulta una toccata e fuga per la casa di produzione, e la mancanza ai Ck Awards dà anche una pausa a Cumberbatch nel cinema virtuale.

Passano due anni, escono film come “Star Trek into Darkness”, “The Imitation Game” e “Lo Hobbit”, Sherlock vince un Emmy e Ben arriva alla ribalta, diventando uno degli attori più amati di Hollywood.

Questa grande ribalta fa tornare l’attenzione della SBF, che preparando il film per Halloween si appresta a un rifacimento del Dracula del 1931, e affida a Ben la parte che è stata ai tempi di Bela Lugosi.

Cumberbatch_1x02_4

Vampiro dal nero mantello? Naaah, giacca e cravatta e siamo a posto.

Il Dracula di Cumberbatch è spogliato dell’alone di martirio e romanticismo che gli è stato dato da Francis Ford Coppola: è un uomo subdolo, sanguinario e testardo disposto a uccidere innocenti per arrivare al suo scopo. I panni neri ed eleganti sono ben indossati dall’attore inglese che unisce l’eleganza di un ricco uomo d’affari e la spietatezza di un vampiro sanguinario di 600 anni.

C’è chi considera il film un capolavoro, chi un’occasione sprecata, chi un buon film di genere, fatto sta che Dracula segna per CK la consacrazione di Benedict Cumberbatch, e lo consacra Miglior Attore Protagonista del semestre invernale 2015. Premio segnato dalle polemiche, ma che fa capire che l’attore inglese è ormai nel firmamento dei professionisti di Hollywood e che farà una grande strada anche nel cinema virtuale.

Non si sa cosa preserva il futuro su CK, ma di certo noi gli diamo i migliori auguri, anche per il suo matrimonio di tre giorni fa.

Passiamo alle domande.

Cosa pensate dell’interpretazione sul piccolo schermo di Cumberbatch in “Guida Galattica per autostoppisti?”

Sul grande schermo, invece? Qual è il vostro ruolo preferito?

Pensate che un giorno lo scritturerete in un film?

In che ruolo lo vedete?

A presto e… alla prossima, con una Biography tutta italiana.

5 comments

  1. Cosa pensate dell’interpretazione sul piccolo schermo di Cumberbatch in “Guida Galattica per autostoppisti?”
    Faceva la sua sporca figura 🙂

    Sul grande schermo, invece? Qual è il vostro ruolo preferito?
    Aspetto di vederlo in The Imitation Game

    Pensate che un giorno lo scritturerete in un film?
    Perché no?

    In che ruolo lo vedete?
    Dracula 2?
    P.S. pure io l’ho vatato ai Ck awards 😛

  2. E’ il suo momento d’oro. Il talento c’è tutto e se saprà fare le scelte giuste (e soprattutto non bruciarsi con progetti scellerati) sicuramente diventerà uno dei grandi nomi dei prossimi anni. Ora è il momento blockbuster (intelligente) per la consacrazione al grande pubblico ma immagino che presto si butterà in progetti più “sofisticati” per accaparrarsi qualche premio. A CK la consacrazione, anche se contestata, è arrivata proprio con un blockbuster… vediamo come continuerà la sua carriera.

  3. Per me era un perfetto sconosciuto, ma l’ho apprezzato molto nella guida galattica, dove ha fatto una buona interpretazione; anche se il ruolo da farsi ricordare se lo doveva giocare in una serie corale e soprattutto contro un Peg che per forza di cose emergeva.
    Sul film Tolkeniano non avendolo visto, non posso giudicarlo, ma dalle recensioni sembrava una buona prova, che però anche qui risentiva della lotta per emergere in un cast infinito.
    Sul grande schermo non l’ho mai visto, ma il film su Turing, merita una riscoperta.
    Il ruolo per scritturalo ce l’avevo giá, ma sarebbe stata la riproposizione di un ruolo giá fatto. Quindi niente, anche se potrebbe essere il protagonista di una mia pellicola sci-fi che avevo annunciato. Anzi se mai dovessi farla e potrebbe essere un summary, il protagonista sarà lui.
    Il ruolo in cui lo vedrei bene potrebbe essere un ruolo da commedia amorosa inglese alla “Love actually”, per fargli fare qualcosa di diverso.

Commenti