Bloody Mary (CK)

Bloody_mary

Bloody Mary

Genere: Azione

Produttore: Mascia Films (allora Gongo Films)

Regia: James Cameron

Cast: Jamie Lee Curtis, Arnold Schwarzenegger, Dennis Hopper, Gerard Depardieu, Steve Buscemi, Casper Van Dien, Jake Busey, Ewan Bremner, Isabella Rossellini

Data di uscita: 16/12/2000 (primo sabato di uscita dei film della storia di Cinematik.it, primo film in assoluto)

Incasso totale: 119.349.042 Ek

Trama: Nel 2030 c’è una guerra in corso tra l’Europa e gli Stati Uniti. La guerra è in una fase di stallo, ma Anderton (Schwarzenegger) scopre un arma che potrebbe essere decisiva per le sorti del conflitto. Anderton offre quest’arma ad entrambi i contendenti ad un prezzo che entrambi pensano valutano troppo alto. I due schieramenti hanno quindi la stessa idea: prendere l’arma con la forza. Un commando USA è guidato da Mary (J.L.Curtis) e “il maggiore” (D.Hopper) mentre l’Europa affida questa missione ad un folle conosciuto come “l’oste” (S.Buscemi).

Link al sito

Link allo script

Recensione (Tomcat nel 2009):

L’angolo della statistica Si torna nel lontano 2000 per questa pellicola della Gongo Films. Film che rimase in sala per 11 settimane, con un guadagno di 37.5 milioni di €Matik ed un incasso di 119 milioni di €Matik. La pellicola toccò anche il primo posto al box office.  Sul versante Awards ebbe 4 nomination, senza vincere nessun premio: La Curtis quinta come miglior attrice protagonista. Buscemi quarto come non protagonista. Quinta piazza come miglior sceneggiatura non originale e terza come miglior sito film. Da notare bene che questo è il primo film uscito su CK.
Regia: 6 Cameron torna ai film pre “Titanic” come “Terminator” e “True Lies”, da cui eredita I due protagonisti. Si tratta di un film action e oltre al massacro o le scene spettacolari di distruzione c’è ben poco.
Sceneggiatura: 6 Sceneggiatura incalzante con un ritmo esagerato, che ci vuole mostrare solo distruzione e morte, nel modo più spettacolare possibile. Personaggi spietati e con pochissimo spessore nel più classico stile dell’intrattenimento. Non ci sono errori grammaticali o di concetto. Se l’inizio del film era apprezzabile con una specie di documentario e lasciava presagire un bel film di fantascienza, il resto del film si assesta su violenza al 100%. Dialoghi crudi e senza troppa sottigliezza, che rimangono ad un livello superficiale, nella più trita tradizione dei film di questo genere; ma per un film così vanno anche bene.
Soggetto: 6 ½ Tratto da una graphic Novel. La storia di fondo è solo una mera scusa per mostraci un futuro devastato dalla guerra, dove tutti vogliono vincere. Una serie di personaggi fuori di testa ed iperviolenti si scontrano in giro per l’Europa, massacrando tutto ciò che si trovano davanti e alla violenza si aggiunge il classico vermone alieno che rende i soldati immortali. Se volete rimane con l’encefalogramma mosso solo dalle scene spettacolari questo è ciò che cercate. Se volete qualcosa di più, andate su altri lidi.
Cast: 6 ½ Il cast non è male con molti specialisti del genere, ma per mia opinione risente di alcune scelte discutibili. Se Buscemi è l’ideale per il personaggio più folle ed istrionico del film; Dennis Hopper è decisamente sprecato per un ruolo che poteva essere fatto da una comparsa. Schwarzy all’epoca faceva ancora film puramente action e ci sta tutta la sua interpretazione. Altro dubbio, è la Curtis, che non ha certamente il Phisique du role per la parte assegnatagli. Depardieu poteva essere sfruttato di più.
Locandina: 5 Orripilante per lo Schwarzy mister olimpo in piccolo sullo sfondo.
Musiche: N/A
Sito: 6 ½ Era il primo film di Ck ed il sito non è completissimo, ma abbastanza curato.
Voto complessivo: 6 ½ Puro entertainment senza pretese, ma solo un balocco che mira a lasciare di stucco gli spettatori con violenza, esplosioni e distruzione. Mezzo voto in piùù, per essere stato il capostipite di CK.

Discussione sul forum

3 comments

  1. Ancora più mitico, apripista uscito da solo nel primissimo cinema virtuale, poi seguito la settimana seguente dal quartetto Livin’ La Vaca Loca, La strana coppia, Il piccolo Jackye, Speedway – Uscita per l’inferno, qui siamo proprio di fronte all’uscita degli operai della fabbrica Lumière.
    Lo ricordo con molto piacere, questa la mia velocissima opinione (come ero solito fare all’inizio):
    “Il primo film di Cinematik parte in modo convincente e continua incalzando lo spettatore…bum…crash…bang…pieno d’azione a non finire. Forse anche troppa. Uno spettacolo pirotecnico per divertirsi in compagnia”.

  2. Recuperato grazie alla cura dei cineforum (di cui fra le tante mi dovrei occupare anche ora e spero a breve di lanciarne di nuovi). Questa era il mio commento finale al film:
    Voto complessivo: 6 ½
    Puro entertainment senza pretese, ma solo un balocco che mira a lasciare di stucco gli spettatori con violenza, esplosioni e distruzione. Mezzo voto in più, per essere stato il capostipite di CK.
    Quindi più o meno concorde con Merlino. Solo che lo recuperai nel 2009 (ed ero molto meno di manica larga di adesso).

Commenti