Danger Days (CK)

danger_days

Danger Days: The True Lives of the Faboulous Killjoys

Sunset Boulevard Films
(Musical)

Regia:  Matthew Vaughn

Cast: Rupert Grint, Josh Hutcherson, RJ Mitte, Toby Regbo, Gerald Butler, Elle Fanning, Lucy Liu, Gerard Way, Evan Rachel Wood.

LINK al film

Trama: Siamo nel 2019. Le città sono diventate metropoli tutte uguali tra loro, dove non esiste più la paura ma nemmeno il divertimento. A comandare tutto c’è una gigantesca corporation, la Better Living Industries, che assicura a tutti una vita felice ma molto noiosa. Gli unici ribelli contrari a questo stile di vita e decisi a combatterla sono i Fabulous Killjoys, un gruppo di fuorilegge con uno spiccato gusto per l’edonismo e la ribellione, costretti a vivere nel deserto fuori dai centri abitati.

Recensione della Chimera
Avevo vari dubbi riguardo questo film, forse perchè parecchio particolare per ambientazione e trama ma soprattutto perchè le due non mi sembravano prestarsi molto a un musical. E invece devo dire che il formato musical è il punto di forza di questo film che altrimenti sarebbe stato meno divertente di quanto lo è stato.
La storia è una di quelle già viste in diverse salse, con un governo che comanda a bacchetta la popolazione promettendogli sicurezza ma privandoli di tutti quegli svaghi che rendevano libere le persone. E come sempre c’è un gruppo di anarchici che ha voglia di riportare le cose al loro posto, ribellandosi a tale governo e facendo risvegliare la coscienza collettiva della popolazione.
Il film ha pregi e difetti, come tutti.
Partendo dalle cose negative, non si può non notare la mancanza di un background alla storia e ai personaggi. E’ poco verosimile che un gruppo di ragazzi senza particolari doti si metta a lottare contro un governo super organizzato. L’unico che conosciamo un po’ meglio è Poison, un ragazzo che vive ancora con la madre apprensiva: come ha fatto a imparare a usare le armi e come hanno fatto tutti i ragazzi a creare una radio irrintracciabile che si sente in tutto il mondo, dove prendono poi le armi e dove si sono addestrati a usarle?
Nella sceneggiatura ci sono poi forzature qua e là, tipo il finale dove la villa esplode. Perchè farla esplodere se la guerra era praticamente già vinta e perchè non dotare la bomba di un comando a distanza anzichè ridursi all’ultimo momento rischiando di morirci dentro? La risposta è semplice ed è quella usata da parecchi film action, ossia l’azione e la spettacolarità, ma è una risposta che a noi cinematikini dai gusti difficili non soddisfa.
Parlando invece delle cose che mi sono piaciute, devo dire che le parti cantate sono state le più divertenti ed esaltanti, soprattutto quelle della prima parte del film, dove mi sono davvero emozionato a immaginarmi le scene. Quella della seconda parte non sono da meno, ma le ho trovate meno emozionanti, forse perchè le descrizioni non erano accuratissime come nella prima parte, o forse perchè capitava che le canzoni andassero a un ritmo diverso delle scene, perdendo il filo del testo da seguire.
La regia di Vaugh mi è sembrata adatta. Il film ha quei colori e quelle tematiche che ci vedrei bene in un film diretto da lui, a metà tra l’avventura e il divertimento, ma con serietà. Ecco, se proprio una cosa avrei cambiato, sarebbe stata proprio questa serietà: se il film fosse stato tutto intriso di ironia (tipo alla Kick Ass, ma a maggior ragione qua che è un musical) sarebbe stato ancora più godibile e la scelta di Vaugh ancora più giustificata. Ma va bene così.
Le scelte di cast ci stanno, anche se come ho detto prima ho trovato un po’ strano vedere ragazzi così giovani in questi ruoli che forse sarebbero stati adatti a gente più grande. In ogni caso Rupert Grint è il migliore, ma sono delle buone scelte anche Butler e Lucy Liu (sebbene come cattivi non è che passeranno alla storia, essendo anche il loro background poco indagato). Elle Fanning mi è parsa troppo grande per la parte di quella che doveva essere una bambina. Gli altri ragazzi fanno la loro parte, dando il meglio di loro nei momenti di canto.
La colonna sonora è per forza di cose ottima dato che è proprio il punto di forza del film.
La locandina mi piace.

Voto: 65/100

Altre recensioni e commenti sul Forum di Cinematik

Commenti