Notturno (2020)

Recensione in anteprima – Venezia 77 – In concorso – Dopo il trionfo nel 2013 con il Leone d’oro per “Sacro GRA” e l’Orso d’Oro a Berlino nel 2016 per “Fuocoammare”, Gianfranco Rosi torna al Lido con “Notturno”. Un nuovo documentario, in concorso, sulla vita raccolta nei tre anni ai confini tra Iraq, Siria, Libano e Kurdistan. Parlano le immagini, vere e proprie cartoline fotografiche che fanno da sfondo alla guerra, ai rapimenti, ai soldati. Al cinema dal 9 settembre.

Read more

Miss Marx

Recensione in anteprima – Venezia 77 – In concorso – Sesta direzione per Susanna Nicchiarelli a tre anni dal successo di “Nico, 1988” nella sezione orizzonti. Un film di produzione italiana con una regista italiana e un cast internazionale per raccontare una storia che va oltrepassa i confini. “Miss Marx” si presenta con i costumi di fine ‘800 e parla con contaminazioni dal presente. Al cinema dal 17 settembre.

Read more

Pieces of a woman

Recensione in anteprima – Venezia 77 – In concorso – Debutto al lungometraggio in lingua inglese per l’ungherese Kornél Mundruczò. Un cast di talento e affermato a livello internazionale e una sceneggiatura scritta dalla moglie Kata Wéber più volte riscritta nel corso degli anni. Un film che inizia in maniera intensa, sia a livello recitativo sia a livello registico. Una seconda parte molto più intima che vede totale protagonista una Vanessa Kirby da applausi.

Read more

Padrenostro

Recensione in anteprima – Venezia 77 – In concorso – Terzo lungometraggio del regista italiano Claudio Noce che porta sul grande schermo la storia dell’attentato a suo padre Alfonso Noce, vicequestore di Roma, avvenuta il 14 dicembre del 1976. Un film parla di terrorismo e di vita sotto scorta ma che si concentra principalmente sulla visione della vicenda (e i traumi relativi) da parte del figlio Valerio. Al cinema dal 24 settembre.

Read more

Mila (Apples)

Recensione in anteprima – Venezia 77 – Orizzonti – Lungometraggio d’esordio per Christos Nikou, il regista greco già assistente alla regia di Yorgos Lanthimos. Il film “Mila” è il film d’apertura della sezione “Orizzonti” della 77esima edizione della Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia. Un film molto interessante su una pandemia che toglie la memoria a molte persone costringendole a recuperare i discorsi tramite un percorso di riavvicinamento sociale obbligato.

Read more

Amants

Recensione in anteprima – Venezia 77 – In concorso – Nicole Garcia torna a dirigere un film dopo “Mal di pietre” del 2016. La nona direzione della Garcia è un film drammatico, sentimentale, con un po’ di thriller e che richiama costantemente al “melò” francese in tutti gli aspetti. Una sceneggiatura troppo calcolata rendono il film poco credibile e privo di passione. La passione dei due amanti invece è gestita in modo controproducente. 

Read more

Lacci

Recensione in anteprima – Venezia 77 – Fuori concorso – “Lacci” di Daniele Luchetti è il film scelto per l’apertura della 77esima edizione della Mostra Internazionale d’arte cinematografica di Venezia. Un’edizione riveduta e ristretta per rispettare tutte le normative anti-Covid19. Un film che spazia tra anni 80 e nostro presente nei legami della nostra vita, di una famiglia più volte ricomposta e sgretolata. Dal Primo ottobre al cinema.

Read more

Tenet

Recensione (senza spoiler) – 70mm – Tenet è il nuovo film, tanto atteso, del regista Christopher Nolan. Ancorato a sistemi di ripresa tradizionali come la pellicola e le scene reali ma proiettato con tecnologie moderne come le riprese IMAX e al gusto della pellicola 70mm, il regista da nuovamente prova della sua abilità confezionando un film di difficile lettura, che non è perfetto, manca di stupore in molte scene ma restituisce al pubblico un’esperienza unica, sconcertante, confusa e divisiva. Al cinema dal 26 agosto.

Read more

Underwater

Recensione in anteprima – Terza regia per William Eubank da sempre regista dedicato alla realizzazione di film sci-fi. Dichiaratamente ispirato ad “Alien”, persino nella protagonista femminile, “Underwater” vira verso un horror molto leggero. Incongruenze logiche, montaggio approssimativo e sceneggiatura abbastanza banale completano un film poco interessante e dimenticabile. Al cinema dal 30 gennaio.

Read more