Fondatore di Cinematik.it nel lontano 1999, appassionato di Cinema occupa il suo tempo impiegato in un lavoro molto molto molto lontano da film e telefilm. Filmaker scadente a tempo perso, giornalista per hobby, recensore mediocre, cerca di tenere in piedi la baracca. Se non vede più di 100 film (al cinema) all'anno va in crisi d'astinenza.

The Irishman

Recensione in anteprima – Roma 14 – Selezione Ufficiale – A lungo atteso, il nuovo film di Martin Scorsese sarà nelle sale italiane solo tre giorni per poi affidarsi, in tutto il mondo, alla fruizione tramite Netflix dal 27 novembre. Un film intenso, magistralmente diretto e straordinariamente interpretato. 210 minuti di Cinema con la “C” maiuscola che segnano anche uno sguardo tra passato e presente della carriera di tre grandi attori del grande schermo. Al cinema il 4-5-6 novembre.

Read more

La famiglia Addams (2019)

Recensione in anteprima – Roma 2019 – Alice nella città – Dopo oltre 80 anni dalle prime vignette dell’ideatore Charles Addams, la famiglia più dark e stravagante della tv approda anche al cinema con un lungometraggio animato. Viene ripreso il disegno originale dei personaggi e si guarda molto all’animazione stile “Cattivissimo me” e “Hotel Transylvania”. Un nuovo inizio nel ventunesimo secolo con un sicuro coinvolgimento del pubblico più giovane. Al cinema dal 31 ottobre.

Read more

Rambo Last Blood

Recensione in anteprima – A 11 anni dal già di per sé conclusivo quarto capitolo della saga giunge il quinto episodio del “militare” più famoso al mondo. Sylvester Stallone riprende (nuovamente) i panni di John Rambo in una dimensione più familiare e introspettiva. Film che cerca un’identità ormai persa, che scade nel ridicolo in diversi punti con una sceneggiatura molto debole. Buoni alcuni dialoghi tra zio e nipote. Il finale, spiccatamente splatter è liberatorio e diverte. Al cinema dal 26 settembre.

Read more

C’era una volta … a Hollywood

Recensione in anteprima – Nono film scritto e diretto da Quentin Tarantino. Un nostalgico e tenero  racconto d’amore per il cinema del regista che naviga tra fiction e realtà. Attraverso due attori come Brad Pitt e Leonardo DiCaprio che si calano perfettamente nella parte, il film immerge lo spettatore nel divismo e nella Hollywood di fine anni sessanta. Un dipinto semi-romantico e ingenuo tra spaghetti western e attori di serie B. Al cinema dal 18 settembre.

Read more

Guest of Honour

Recensione in anteprima – Venezia 76 – In concorso – Diciottesimo lungometraggio per il regista armeno naturalizzato canadese Atom Egoyan. A quattro anni da “Remember” il regista porta al Lido una storia familiare con segreti avvolti nel misterioso passato. “Guest of Honour” parte bene ma si incastra in una dinamica narrativa e di interesse via via sempre meno interessante. 

Read more

The Painted Bird

Recensione in anteprima – Venezia 76 – In concorso – Terzo lungometraggio per Vaclav Marhoul con un cast internazionale nel quale spiccano i nomi di Harvey Keitel, Stellan Skarsgård, Udo Kier. Presentato con pareri contrastanti di critica e pubblico alla 76esima edizione della Mostra Internazionale d’arte cinematografica di Venezia il film è in bianco e nero e, per diversi tratti, la lingua è interslava (una sorta di nuovo esperanto dell’est).

Read more

Wasp Network

Recensione in anteprima – Venezia 76 – In concorso – Olivier Assayas torna al Lido di Venezia a un anno di distanza dal bel “Doubles Vies”. In questa edizione della Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia il regista francese ci presenta l’ultimo colpo di coda della guerra fredda. Quegli anni ’90 del secolo scorso e i rapporti tra Cuba e il sud degli Usa. Un thriller spionistico che non centra l’obiettivo.

Read more

Ema

Recensione in anteprima – Venezia 76 – In concorso – Pablo Larraìn torna alla Mostra Internazionale d’arte cinematografica di Venezia nove anni dopo “Post Mortem”. L’ottava opera del regista cileno si distanzia di tre anni dal successo dell’hollywoodiano “Jackie”. Il film presenta nuovamente la situazione cilena, la sua società in evoluzione e la disgregazione degli affetti e dei valori familiari. Estetica, ritmo e impianto musicale di sicuro impatto e molto ben curato. Molto meno l’intreccio, le motivazioni. 

Read more

The perfect candidate (2019)

Recensione in anteprima – Venezia 76 – In concorso – Quinto film per la regista araba Haifaa Al Mansour. Arriva dopo “Dacci un taglio” e soprattutto “Mary Shelley” che ha avuto poco riscontro favorevole di pubblico e critica. La regista torna al Lido dopo 7 anni da “La bicicletta verde” e ripresenta i temi a lei cari come la situazione (e discriminazione) delle donne nella società araba.

Read more

Marriage Story

Recensione in anteprima – Venezia 76 – In concorso – Dodicesima regia e quattordicesima sceneggiatura per Noah Baumbach. L’apprezzato artista torna con una sua opera a due anni di distanza da “The Meyerowitz Stories”. Come per quest’ultimo film anche “Marriage Story” (Storia di un matrimonio) è stato prodotto da Netflix che lo distribuirà in tutto il mondo sulla sua piattaforma dal 6 dicembre.

Read more