Invisible (2017)

Recensione in anteprima – Venezia 74 – Orizzonti – Un dramma argentino che, raccontando la gravidanza indesiderata di un’adolescente, parla in realtà di vite ai margini, di esistenze segnate dall’anonimato e dall’invisibilità. Lento, a tratti frustrante, ma anche sincero e capace di trasmettere un senso di profonda autenticità.

Brutti e cattivi

Recensione in anteprima – Venezia 74 – Orizzonti – Cosimo Gomez esordisce con una commedia d’azione, cinica e dissacrante, nella quale alla cura per i personaggi non corrisponde uno sviluppo narrativo all’altezza. Un’opera coraggiosa ma non del tutto riuscita. Al cinema dal 19 ottobre.

Hannah

Recensione in anteprima – Venezia 74 – In concorso – Secondo lungometraggio per il regista italiano Andrea Pallaoro che decide di girare il film in pellicola 35mm e tutta in lingua francese. Protagonista indiscussa é Charlotte Rampling molto brava a riempire la scelta di non elaborare la sceneggiatura ma l’animo del personaggio.

Jusqu’à la garde

Recensione in anteprima – Venezia 74 – In concorso – Xavier Legrande debutta nella regia di lungometraggi dopo 4 anni dal suo corto nominato agli Oscar nel corso dell’edizione del 2014. Un buon esordio incentrato sul tema della violenza domestica con un finale perfetto

Mektoub, my love Canto Uno

Recensione in anteprima – Venezia 74 – In concorso – A quattro anni dal trionfo a Cannes con “La vita di Adele” Abdellatif Kechiche propone al cinema “Mektoub, my love Canto Uno”, un flusso di vita giovanile che forse indugia troppo su alcuni aspetti carnali ma offre una visione articolata delle relazioni.

Angels wear white

Recensione in anteprima – Venezia 74 – In concorso – Secondo lungometraggio da per Vivian Qu, unica donna regista in concorso alla Mostra Internazionale d’arte cinematografica di Venezia 2017. Un film che vuole denunciare alcuni mali della Cina ma che purtroppo affronta lo svolgersi della narrazione in modo ingenuo e poco raccordato.

The Third Murder

Recensione in anteprima – Venezia 74 – In concorso – Nuovo film del regista giapponese Hirokazu Koreeda che porta sul grande schermo un confronto tra un assassino reo confesso e il suo avvocato. Con conversazioni serrate e un ritmo lento la pellicola si perde nel finale.

Una famiglia (2017)

Recensione in anteprima – Venezia 74 – In concorso – Secondo lungometraggio di Sebastiano Riso che porta al cinema diversi temi scottanti riguardo la maternità, il ruolo della donna, il traffico di neonati e troppo altro. Molti i problemi dopo una prima parte interessante. Al cinema dal 28 settembre.

Cinematik © 1999-2017 Frontier Theme