I “nostri” peggiori film del 2018

3. 211 Rapina in corso (3,8) – Notorious Pictures

RegiaYork Shackleton Cast: Nicolas Cage, Cory Hardrict, Michael Rainey Jr, Ori Pfeffer, Weston Cage … Uscita: 14/06/2018

Al box office italiano il film ha avuto un incasso di 456.311 Euro per 75.714 biglietti venduti e una media di 6,03 Euro. Il voto su IMDB è 4,3 mentre su Rottentomatoes il gradimento è del 5% (10% per il pubblico)

La storia segue le vicende di Mike Chandler (Nicolas Cage), un agente di polizia che, mentre era di pattuglia insieme al suo partner e in compagnia di un ragazzino di 11 anni, tenuto a scontare una punizione insieme ai due poliziotti, dovrà rispondere ad una chiamata d’emergenza per una rapina in corso.” (continua)

2. Robin Hood, l’origine della leggenda (3,2) – 01 Distribution

RegiaOtto Bathrust Cast: Taron Egerton, Jamie Foxx, Ben Mendelsohn, Eve Hewson, Tim Minchin … Uscita: 22/11/2018

Al box office italiano il film ha avuto un incasso di 1.781.636 Euro per 270.477 biglietti venduti e una media di 6,59 Euro. Il voto su IMDB è 5,4 mentre su Rottentomatoes il gradimento è del 16% (46% per il pubblico)

Ennesima riproposizione di Robin Hood al cinema. Questa volta gli intenti sono chiarissimi fin dall’inizio: non è la solita storia. E infatti “Robin Hood – L’origine della leggenda” sembra più un “Batman Begins” senza Nolan, la genesi di un supereroe con fantomatici superpoteri in un contesto esageratamente modernizzato per essere l’Inghilterra medievale ai tempi delle crociate.” (continua)

1. Natale a 5 stelle (2,37)

RegiaMarco Risi Cast: Massimo Ghini, Andrea Osvàrt, Martina Stella, Ricky Memphis, Biagio Izzo … Uscita: 22/11/2018

Il film è stato distribuito direttamente sulla piattaforma streaming Netflix. Il voto su IMDB è 4,2

Una nuova incarnazione del cinepanettone (o quasi) del 2018 viene distribuito direttamente su Netflix. La piattaforma di streaming, infatti, oltre ai tanti titoli natalizi, presenta anche questa nuova “portata” tutta italiana sceneggiata dai fratelli Vanzina e diretta da Marco Risi. Un film che nasce già vecchio nonostante cerchi di attualizzare, male, diversi temi, soprattutto politici.  (continua)

Commenti