Cinema (reale) dal 17/11/2016

Film in uscita – E’ finalmente arrivato il weekend di uscita del nuovo capitolo che riprende il mondo conosciuto con Harry Potter. Si tratta di “Animali fantastici e dove trovarli”, altri “Animali notturni” invece è il film di Tom Ford che vi consigliamo ma in realtà questo è un buon fine settimana di uscite cinematografiche.

2455

Animali fantastici e dove trovarli (recensione)

1926. Newt Scamander ha appena terminato un viaggio in giro per il mondo per cercare e documentare una straordinaria gamma di creature magiche. Arrivato a New York per una breve pausa, pensa che tutto stia andando per il verso giusto…se non fosse per un No-Maj (termine americano per Babbano) di nome Jacob, una valigetta lasciata nel posto sbagliato, e per la fuga di alcuni degli Animali Fantastici di Newt, che potrebbero causare molti problemi sia nel mondo magico che in quello babbano.

Animali notturni (recensione)

Una storia dentro una storia, con la prima parte incentrata su una donna di nome Susan che riceve un manoscritto dal suo ex marito, con cui si era separata vent’anni prima. La seconda parte racconta la storia contenuta nel manoscritto, intitolata Nocturnal Animals, riguardante le tragiche disavventure di un uomo Tony in vacanza con la famiglia…

Per mio figlio (anteprima)

Per mio figlio (recensione)

Diane Kramer ha un’unica ossessione: trovare il conducente della Mercedes color moka che ha investito suo figlio e devastato la sua vita. Con una valigia, pochi soldi e una pistola, si trasferisce a Evian, dove scopre vivere il conducente dell’auto. Ma a volte, la strada della vendetta è molto più tortuosa di quello che sembra… Diane si troverà a fronteggiare un’altra donna, affascinante e misteriosa.

Quel bravo ragazzo

Cosa succede se un potentissimo boss mafioso sta per morire e vuole lasciare il comando della sua spietatissima cosca a un figlio che non ha mai riconosciuto? Ma, soprattutto, cosa succede se quel figlio è un innocuo, ingenuo e goffo ragazzotto di 35 anni che fa il chierichetto e che è vissuto in un orfanatrofio di un paesino del Sud Italia?

Ti amo presidente

Chicago, un magico giorno d’estate del 1989. Due colleghi decidono di incontrarsi fuori dal prestigioso studio legale in cui lavorano. Lei, Michelle, è il supervisore di lui, l’affascinate Barack. L’incontro ha tutta l’aria di essere un primo appuntamento nonostante la reticenza di Michelle. Il giovane avvocato cerca di conquistare l’irremovibile collega, nel corso di un appuntamento che li porta da una mostra d’arte alla proiezione di Fa’ la cosa giusta di Spike Lee, per giungere alla gelateria Baskin-Robbins e al loro dolce primo bacio… Da quel giorno il mondo non è stato più lo stesso.

La sindrome di Antonio

Nel settembre del 1970 Antonio Soris parte da Roma alla volta di Atene, con pochi soldi in tasca, alla ricerca della caverna e dei luoghi che hanno ispirato Platone. Arrivato in Grecia, conosce la bella e divertente Maria. Rapito dal fascino della ragazza e dalla bellezza senza tempo dei luoghi che visitano insieme, il giovane si abbandona alla suggestione di un viaggio quasi fuori dalla realtà. In giro tra templi, mare cristallino e coste mozzafiato, i due ragazzi instaureranno un rapporto fatto di allegria e malcelata passione, di scambio sulla vita, sull’amore e sulla politica. Ma nel viaggio di Antonio ci saranno altri incontri: quello con Vassilis, il proprietario della locanda in cui alloggia Antonio, quello con Lissa, una donna folle che pone indovinelli sul senso della vita, e ancora quello con Klingsor, il pittore silente che spera nel ritorno della sua compagna scomparsa da anni. Eppure non tutto è come sembra, e per Antonio luci ed ombre assumeranno aspetti e significati inattesi, raccontati dalla voce fuori campo dell’amico Gino. Sullo sfondo, il sogno della rivoluzione, la liberazione dei costumi e la Grecia dei colonnelli.

La verità negata (Denial)

David Irving, apprezzato storico militare, desta scalpore e polemiche quando inizia a citare lo pseudoscientifico rapporto Leuchter come prova della falsità dell’Olocausto. La storica Deborah Lipstadt lo etichetta come negazionista nel libro “Denying the Holocaust” e lui la cita in giudizio per diffamazione. Poiché l’onere della prova, secondo la legge inglese sulla diffamazione, spetta all’accusato, tocca alla Lipstadt e ai suoi legali dover dimostrare che uno degli eventi più gravi e significativi del ventesimo secolo è tutt’altro che un’invenzione.

escono inoltre: Bianca & Grey e la pozione magica, Come una rosa nell’armadio, Elstree 1976, Ibrahimovic – diventare leggenda, Talking to the trees 

Commenti