Elvis & Nixon

Recensione in anteprima – Straordinario duo d’attori per due personaggi iconici in un incontro storico. Kevin Spacey e Michael Shannon esprimono tutto il loro talento in un divertente film che si prende in giro e prende in giro l’America di quegli anni. In uscita il 22 settembre.

ELVIS & NIXON

Elvis Presley ha un sogno: essere nominato agente federale dal presidente Richard Nixon. Agli inizi degli anni Settanta l’America è in ambasce. Manifestazioni contro la guerra in Vietnam, rivendicazioni delle Black Panthers, debutto del movimento Hippie e degrado dei costumi richiedono un intervento immediato ed eroico. Deciso a essere lui il local hero che mette ordine nel disordine sociale, Elvis chiede udienza alla Casa Bianca. Ma il presidente Nixon snobba la rock star, che lascerebbe volentieri alla porta senza l’intervento della figlia, fan accanita di Presley, e dei suoi consiglieri che ritengono quell’incontro provvidenziale alla luce delle prossime elezioni. Ricevuto nello studio ovale, Elvis ottiene l’investitura in cambio di un autografo e di una fotografia che immortala il celebre incontro.

Un film veloce, dinamico, divertente quello  realizzato dalla regista Liza Johnson. Tutto si concentra sulle due figure che danno il titolo al film e su un arco temporale di un solo giorno, quel 21 dicembre 1970 che è passato come data storica dell’incontro di due personaggi seguitissimi e importanti.

elvis-and-nixon-1

Liza Johnson asciuga la regia in modo quasi estremo, lasciando ai due attori cardine, un ottimo Kevin Spacey e un grandissimo Michael Shannon, tutto il palcoscenico di quella che sembra una messa in scena teatrale. Si svolge quasi tutto in interni, con la Sala Ovale, protagonista sullo sfondo, come contenitore principale di scene strutturate per estremizzare delle caratteristiche tipiche dei due personaggi.

Postura, mimica facciale, mosse del corpo, inquadrature in primissimo piano su dettagli quali occhi, occhiali, labbra, mani, stivali, cintura. Tutte queste cose contribuiscono a rendere le scene tra Kevin Spacey e Michael Shannon particolarmente curate, tremendamente efficaci e mai noiose.

Anche il cast di contorno non è da meno anche se rimane sapientemente sullo sfondo e completa la vicenda con delle storie parallele appena accennate. Il film dura poco e scorre via veloce. Diverte. Fa sorridere soprattutto negli atteggiamenti delle due iconiche figure e, anche, con una sceneggiatura che punta il dito verso la politica americana di quegli anni. Forse il modo è poco evidente ed approfondito ma non era la commedia la giusta collocazione di una denuncia. Basta qualche battuta qua e là sul Vietnam e sul medio Oriente.

elvis-presley-and-president-nixon-s-hilarious-encounter-in-elvis-and-nixon

Ci si prende in giro e lo spettatore sa che non sta vedendo un documentario. Persino i due attori non sono perfettamente dei sosia di Elvis e Nixon però il meccanismo funziona. Qualche ripetizione di troppo nello stile, troppo classico, equilibrato e prudente.

Un film con il quale passare bene 90 minuti circa senza aver di fronte un capolavoro ma consapevoli che ci si può divertire con poco e ben fatto.

Voto: 6,6

Commenti