Cinema (reale) dal 29/09/2016

Al cinema – Torna in sala Woody Allen con il suo nuovo film. “Café Society” che è il titolo di punta di questo fine settimana. Altri film attesi “Ben-Hur”, “Indivisibili” che ha ben impressionato a Venezia e “Abel, il figlio del vento”

cafe-society

Café Society (Recensione)

New York 1930. Bobby Dorfman, avendone abbastanza della sua famiglia, decide di trasferirsi e tentare la fortuna ad Hollywood dove suo zio lo assume come ragazzo delle commissioni. Si innamora di una ragazza che sfortunatamente è già fidanzata, ma con la quale nasce una profonda amicizia. Un giorno però lei si presenta alla sua porta dicendogli che il suo fidanzato l’ha lasciata. Da quel momento la vita sentimentale di Bobby prende una nuova direzione…

Ben-Hur (Recensione)

L’epica vicenda di Giuda Ben-Hur, un giovane dalle nobili origini che è falsamente accusato di tradimento dal proprio fratello adottivo Messala, ufficiale dell’esercito Romano. Privato del titolo, separato dalla famiglia e dalla donna che ama, Giuda è costretto in schiavitù. Dopo anni passati per mare, Giuda fa ritorno alla propria terra d’origine per cercare vendetta, trovando invece la salvezza.

Indivisibili

Viola e Dasy sono due gemelle siamesi che cantano ai matrimoni e alle feste e, grazie alle loro esibizioni, danno da vivere a tutta la famiglia. Le cose vanno bene fino a quando non scoprono di potersi dividere… Il loro sogno è la normalità: un gelato, viaggiare, ballare, bere vino senza temere che l’altra si ubriachi… fare l’amore. “Perché sono femmina”.

ben_hur-3

Abel, il figlio del vento

L’aquilotto più forte è destinato a scacciare dal nido il fratello più debole: questo è solitamente ciò che accade quando due piccoli di aquila si trovano a condividere lo stesso nido. Spesso accade anche tra gli uomini che, a ferirli, siano proprio le persone più vicine. Lukas, infatti, soffre a causa della freddezza che il padre mostra nei suoi confronti successivamente alla dolorosa perdita della moglie, morta nel tentativo di salvare il piccolo Lukas da un incendio. Il bambino porta sulle sue giovani spalle il peso della morte della madre. La storia della nostra aquila ha inizio nel nido in cui è nata. L’aquilotto primogenito scaccia il fratello più debole dal nido condannandolo a morte certa una volta caduto nel bosco. Ma il destino dà una mano al piccolo rapace: Lukas trova l’aquilotto, lo chiama Abel e decide di prendersene cura in segreto, offrendogli tutto l’amore e la compagnia che gli sono invece negati a casa. Sarà pronto Lukas, quando arriverà il tempo di restituire Abel alla natura selvaggia dalla quale proviene, a cominciare una nuova vita?

Al posto tuo

Luca Molteni è bello, single e ha una vita ricca di soddisfazioni. Rocco Fontana è sposato con Claudia ed ha tre figli. I due sono diversissimi ma hanno qualcosa in comune: il lavoro. Sono direttori creativi di due aziende di ceramiche nel distretto di Civita Castellana, che a causa della crisi sono state acquisite dalla MaiolItal. Chi prenderà l’unico posto di responsabile del settore della nuova società? Rocco e Luca si rivelano complementari: il loro essere così diversi è la loro forza ed il loro punto debole, perché allora non provare a prendere qualcosa l’uno dall’altro? Rocco dovrà quindi vivere per un mese in casa di Luca per carpirne le abitudini, gli interessi e lo stesso dovrà fare Luca. Un vero e proprio “scambio di vite” per imparare a fare tutto al posto dell’altro.

Liberami

Un film sul ritorno dell’esorcismo nel mondo contemporaneo. Il nostro mondo. Ogni anno sempre più persone chiamano “possessione” il loro malessere, in Italia, in Europa, nel mondo. La Chiesa risponde all’emergenza spirituale nominando un numero crescente di preti esorcisti ed organizzando corsi di formazione. Padre Cataldo è un veterano, tra gli esorcisti più ricercati in Sicilia e non solo, celebre per il carattere combattivo ed instancabile. Ogni martedì Gloria, Enrico, Anna e Giulia seguono, insieme a tantissimi altri, la messa di liberazione di padre Cataldo e cercano la cura ad un disagio che non trova risposte né etichette. Fino a dove ognuno di noi, credente o meno, è disposto ad arrivare purché qualcuno riconosca il nostro male? Cosa siamo disposti a fare per essere liberati qui ed ora? È la storia dell’incontro fra la pratica esorcista e la vita quotidiana dove i contrasti tra antico e contemporaneo, religioso e profano, risultano a tratti inquietanti a tratti esilaranti. Un film non sulla religione ma su come la religione può essere vissuta.

escono inoltre: The Assassin, Se permetti non parlarmi di bambini!, Le ultime cose

Commenti