Cinema (reale) dal 28/01/2016

Non tantissimi film in uscita questo fine settimana. Archiviata la tre giorni dell’uscita del film “The Eichmann Show” designato per il “Giorno della memoria 2016” il cinema presenta due produzioni americane attese. Si tratta del remake “Point Break” che tanto ha deluso in patria e di “Joy” che ha fruttato a Jennifer Lawrence l’ennesima nomination agli Oscar come miglior attrice protagonista. Il cinema italiano risponde con “L’abbiamo fatta grossa” della coppia Albanese Verdone.

l-abbiamo-fatta-grossa

Point Break

In “Point Break”, action thriller concentrato di pura adrenalina, Johnny Utah (Luke Bracey), giovane agente dell’FBI, si infiltra in un gruppo itinerante di atleti amanti del brivido, capeggiati dal carismatico Bodhi (Edgar Ramirez). Gli atleti sono sospettati di crimini perpetrati in maniera estremamente inusuale. Sotto copertura, con la moglie costantemente esposta a imminenti pericoli, Utah dovrà trovare chi è la mente che si nasconde dietro crimini apparentemente inconcepibili. Un film che dal primo all’ultimo frame è un distillato di atleticità e prestanza fisica come mai prima d’ora. Un action adventure interpretato dai migliori atleti a livello mondiale di surf su onde giganti, lancio in tuta alare, snowboard, free climbing, e motor cycling ad alta velocità.

L’abbiamo fatta grossa

L’abbiamo fatta grossa racconta le vicende di Yuri Pelegatti (Albanese), un attore di teatro che, traumatizzato dalla separazione, non riesce più a ricordare le battute in scena, e di Arturo Merlino (Verdone), un investigatore squattrinato che vive a casa della vecchia zia vedova. Yuri vuole le prove dell’infedeltà della ex moglie e assume Arturo credendolo un super investigatore. Ma Arturo non ne fa una giusta. I due, per errore, entrano in possesso di una misteriosa valigetta che contiene… un milione di euro. Una serie di guai divertentissimi e di rocambolesche avventure, fino a un finale imprevedibile…

jennifer-lawrence-su-joy

Joy

La storia turbolenta di una donna e della sua famiglia attraverso quattro generazioni: dall’adolescenza alla maturità, fino alla costruzione di un impero imprenditoriale che sopravvive da decenni. Tradimento, inganno, perdita dell’innocenza e pene d’amore sono gli ingredienti di questa intensa ed emozionante storia sul diventare punto di riferimento sia nella vita privata sia nell’ambito professionale, scontrandosi con un mondo del lavoro che non perdona. Gli alleati diventano nemici e i nemici diventano alleati, sia dentro che fuori la famiglia, ma il lato più intimo di Joy e la sua fervida immaginazione la aiutano a superare i problemi con cui si dovrà scontrare.

Doraemon: Nobita e gli eroi dello spazio

Nobita, Shizuka, Gian e Suneo impazziscono letteralmente per una nuova serie televisiva: “Gli Eroi dello Spazio”. Nobita, in particolare, sogna ad occhi aperti davanti al televisore di diventare un grande supereroe proprio come i suoi beniamini in tv. Decide così di girare un film di supereroi! Peccato che Gian, Suneo e Shizuka, lo abbiano anticipato escludendolo dal progetto. Nobita, disperato, si rivolge a Doraemon che, grazie a un Chiusky Robot capace di creare degli straordinari scenari virtuali, riesce a convincere i ragazzi a includere lui e Nobita nel progetto.

Venezia impossibile

una nuova Repubblica nata dalla ribellione dei veneziani a Napoleone Bonaparte e governata da un nuovo Doge, Anselmo Biaberini, sotto la cui dittatura si svolgono le indagini per scoprire il mandante di una serie di omicidi commessi a Murano che coinvolgono maestri vetrai. Responsabile delle ricerche è Leonardo Rizzi (interpretato dall’attore Francesco Wolf), Provveditor Capo de la Quarantia al Civil e al Criminal che, insieme ai suoi Fanti Giustini (Roberto Vertieri) e Avanzi (Davide Strava), si dovrà costantemente confrontare con i due mondi contrastanti che caratterizzano la Repubblica: da una parte la dittatura e dall’altra il mondo nascosto dei ribelli che si illudono di lottare per ideali di libertà e indipendenza. Tra intrecci di storie private che si intersecano tra i due mondi si arriverà all’epilogo e allo svelamento del tanto ricercato movente, che si scoprirà non far parte del mondo reale.

Una volta nella vita

Ispirato a una storia vera. Liceo Léon Blum di Créteil, città nella banlieue sud-est di Parigi: una scuola che è un incrocio esplosivo di etnie, confessioni religiose e conflitti sociali. Una professoressa, Anne Gueguen (Ariane Ascaride), propone alla sua classe più problematica un progetto comune: partecipare a un concorso nazionale di storia dedicato alla Resistenza e alla Deportazione. Un incontro, quello con la memoria della Shoah, che cambierà per sempre la vita degli studenti.

Escono inoltre: Palio, The look of silence

Commenti