Oscar cinematikini: Sedicesimi “S4”, scegli il miglior film del 2014

Oscar Cinematikini – Sedicesimi “S4” – Archiviata la fase eliminatoria a gironi, è ora la volta degli scontri diretti. Sedici scontri all’ultimo voto tra i qualificati nelle prime due posizioni di ognuno dei 16 gironi. Si può esprimere solo un voto, passa agli ottavi solo il vincitore dello scontro.

Con la vittoria de “Lo sciacallo” al sedicesimo “S2” si compone il primo ottavo di finale: “Dallas Buyers Club” vs “Lo sciacallo”. Mentre è ancora possibile votare il sedicesimo “S3” fino al 7 novembre, prende avvio oggi il quarto sedicesimo di finale “S4”. Votazione valida fino al 9 novembre e si scontrano un altro film italiano “Anime nere” e il premio Oscar 2014 “12 anni schiavo”

Anime nere

anime-nere-hp

Regia: Francesco Munzi Cast: Marco Leonardi, Peppino Mazzotta, Fabrizio Ferracane, Anna Ferruzzo, Giuseppe Fumo, Barbora Bobulova Distributore: Good Films

Trama: Come in un western ambientato ai giorni nostri, dove il richiamo delle leggi del sangue e il sentimento della vendetta hanno la meglio su tutto, prende vita la storia di una famiglia criminale calabrese. Una vicenda che inizia in Olanda, passando per Milano, fino in Calabria, sulle vette dell’Aspromonte, dove tutto ha origine, e fine. Anime Nere è la storia di tre fratelli, figli di pastori, vicini alla ndrangheta, e della loro anima scissa. Luigi, il più giovane, è un trafficante internazionale di droga. Rocco, milanese adottivo, dalle apparenze borghesi, imprenditore grazie ai soldi sporchi del primo. Luciano, il più anziano, che coltiva per sé l’illusione patologica di una Calabria preindustriale, instaurando un malinconico e solitario dialogo con i morti. Leo, suo figlio ventenne, è la generazione perduta, senza identità. Dagli avi ha ereditato solo il rancore e il futuro è un treno che per lui sembra già passato. Per una lite banale compie un atto intimidatorio contro un bar protetto dal clan rivale. In qualsiasi altra terra, sarebbe solo una ragazzata. Non in Calabria, tantomeno in Aspromonte. È la scintilla che fa divampare l’incendio. Per Luciano è di nuovo il dramma che si riaffaccia dopo tanti anni dall’uccisione del padre. In una dimensione sospesa tra l’arcaico e il moderno i personaggi si spingono fino agli archetipi della tragedia.

12 anni schiavo

12 Anni Schiavo

Regia: Steve McQueen Cast: Chiwetel Ejiofor, Dwight Henry, Lupita Nyong’o, Brad Pitt, Paul Giamatti, Michael Fassbender, Paul Dano, Benedict Cumberbatch, Sarah Paulson, Garret Dillahunt, Quvenzhané Wallis, Alfre Woodard Distributore: BIM Distribution

Trama: Stati Uniti. Negli anni che hanno preceduto la guerra civile americana, Solomon Northup (Chiwetel Ejiofor), un nero nato libero nel nord dello stato di New York, viene rapito e venduto come schiavo. Misurandosi tutti i giorni con la più feroce crudeltà (impersonificata dal perfido mercante di schiavi interpretato da Michael Fassbender) ma anche con gesti di inaspettata gentilezza, Solomon si sforza di sopravvivere senza perdere la sua dignità. Nel dodicesimo anno della sua odissea, l’incontro con un abolizionista canadese (Brad Pitt) cambierà per sempre la sua vita. 12 anni schiavo è tratto dall’incredibile storia vera di un uomo e della sua battaglia per la sopravvivenza e la libertà.

Archivio Votazioni

Votazione sedicesimo S3 fino al 7 novembre (compreso)

Votazione sedicesimo S4 fino al 9 novembre (compreso)

Oscar cinematikini: Sedicesimo S4

  • 12 anni schiavo (53%, 8 Votes)
  • Anime nere (47%, 7 Votes)

Total Voters: 15

Loading ... Loading ...

Commenti