Intervista presentazione “Justine – Le sventure della virtù” Sunset Boulevard Films

Elle Fanning – La Justine della pellicola

Justine – Le sventure della virtù

Produttore: Sunset Boulevard Films

Sale assegnate: 103

Costo del film: 43.200.000 Euromatik

Genere: Drammatico

Regista: Lars Von Trier

Cast: Elle Fanning, Stacy Martin, Amanda Seyfried, Shannyn Sossamon, Peter Stormare, Lana Parrilla, Jake Gyllenhaal, Colin Woodell, Pierfrancesco Favino, Daniel Tay, Paul Dano, Barbara Hershey, Charlotte Gainsbourg, Michael Gambon, Lin Shaye, Kevin Weisman, Jessica Steen, Jeffrey Wright, James Corden, Iwan Rheon, Zach Galifianakis

Descrizione: Justine è una giovane ragazza di nobile lignaggio improvvisamente divenuta orfana che, complice la sua cieca devozione al Cristianesimo, intende guadagnarsi da vivere lavorando onestamente e seguendo una rigorosa morale cattolica.
Tutti gli sforzi della ragazza sono vani: rapimenti, stupri e false incriminazioni sono solo l’inizio di una vita dolorosa. Justine viene successivamente imprigionata e liberata da personaggi sempre più perversi che la coinvolgeranno in orge, omicidi e torture, spesso vissute in prima persona dalla protagonista, che tuttavia mantiene inalterata la propria integrità  morale a discapito di ciò che le accade intorno.

Diritti Acquistati: Dal romanzo “Justine – Le disavventure della virtù” di Donatien De Sade – 5.000.000€k

Intervista:

– Cosa ti ha spinto a proporre questo film?

Durante la stesura della webserie mi sono letta parecchi libri su rapporti morbosi o su persone che si mettono in situazioni assurde, e questo guarda caso è quello che coincideva col mio ritorno su CK, l’idea mi piaceva e volevo passare a qualcosa di “forte” da trasporre per il mio primo film dopo sei mesi di assenza.
– Parlaci delle scelte di cast e regia.
Le protagoniste sono Elle Fanning e Amanda Seyfried, che interpretano Justine da piccola e da grande, e visto che il libro mi ha ricordato molto Nymphomaniac ho voluto riprendere lo stile del film mettendo qualche attore famoso a fare le parti più importanti nella vita della ragazza, ed è anche il motivo per cui ho scelto Von Trier
– Come pensi che sarà accolto questo progetto?
Non saprei, come sempre dipende dal pubblico.
– A che punto sei con la lavorazione? Quando conti di farlo uscire in sala?
Ho appena inizato, e sono ancora nela fase di sviluppo con la webserie, ma credo che ci metterò il solito mese al massimo tre.
– Convinci la gente a votare il tuo film.
Il ritorno della Puffetta di CK, come fate a non aspettarlo con ansia?
– Per la prima volta produci un film d’epoca tratto da uno scrittore spesso criticato per il suo libertinismo (non a caso dal cognome è nato il termine Sadismo). Rispetterai in pieno la forza dell’opera originale o la edulcololerai? 
C’è un motivo per cui ho scelto Von Trier, no? Non voglio edulcorare nulla, parlerò delle sventure di Justine in modo freddo e crudo come ha fatto De Sade.
– La trama della tua prossima pellicola, potrebbe ricordare “Dell’amore e altri demoni” della Hermes Production. Hanno qualcosa in comune o le ritieni due pellicole completamente differenti?
Sono molto diverse, soprattutto nel finale, ma non voglio anticipare nulla.
– Lo sapevi che nel 1969 fu tratto un film dal libro che hai scelto di trasporre? Si trattava di un film di Jesus Franco, con protagonista Romina Power e Klaus Kinski.
lo sapevo, ma non l’ho visto, risolverò. 

Commenti