Cinema (reale) dal 24/09/2015

I veri confronti al box office iniziano a farsi vedere e anche questa settimana abbiamo diversi film che vengono direttamente da Venezia. E’ il caso, tra gli altri di “Everest” visto in anteprima mondiale a Venezia. Qui trovate la nostra recensione in anteprima. Altri film degni di nota sono “Sicario”, “Uno mondo fragile” e “The Green Inferno”.

everest

Everest (Recensione)

10 Maggio 1996: nove scalatori affrontano la montagna più alta del mondo. La natura li punisce, scatenando contro di loro la tempesta più feroce mai vista dall’essere umano. Dovranno superare ostacoli impossibili, contrastare la potenza di una natura maligna, in una corsa contro il tempo per la sopravvivenza che vi terrà col fiato sospeso. Basato sul racconto di Jon Krakauer, uno dei pochi sopravvissuti alla strage, e integrato da testimonianze e racconti, “Everest” vi condurrà sull’orlo della fine, in un’agghiacciante lotta per lasopravvivenza.

Sicario

Nella zona di confine che si estende tra Stati Uniti e Messico, una giovane e idealista agente dell’FBI viene arruolata da un ufficiale del governo per far parte di una task force d’elite, che opera contro il dilagante traffico di droga che imperversa in quelle zone.
Guidata da un consulente enigmatico con un passato discutibile, la squadra parte per un viaggio clandestino, costringendo Kate a mettere in discussione tutto ciò in cui crede per poter sopravvivere…

The Green Inferno

L’inizio del film è ambientato nel mondo protetto di un campus in un college d’élite di New York, dove alcuni studenti organizzano una protesta che lascia stupiti gli altri studenti. Alejandro (Ariel Levy), studente carismatico e pericolosamente affascinante, tiene un discorso d’effetto a un gruppo di studenti e, grazie alla sua retorica appassionata, attira la loro attenzione impressionandoli con la storia di una tribù dell’Amazzonia a rischio di estinzione. Alejandro esorta gli studenti a unirsi a lui, ad avere un ruolo attivo e a non limitarsi ai retweet. È difficile resistere alla forza del suo discorso e alla realtà di quanto racconta: le tribù dell’Amazzonia scompariranno a causa del saccheggio delle sue risorse naturali e della distruzione del loro habitat ad opera delle multinazionali. Justine (Lorenza Izzo), l’affascinante figlia di un funzionario delle Nazioni Unite, si affaccia alla finestra della sua stanza e guarda Alejandro, sedotta dal suo fascino e colpita dalle sue tristi parole. La sua compagna di stanza Kaycee (la cantante/cantautrice Sky Ferreira) tenta di dissuaderla ma Justine, entusiasta e già coinvolta, si unisce alla missione di Alejandro malgrado tutti la invitino a non fidarsi di lui. Insieme a un piccolo gruppo di studenti, Alejandro si reca in Amazzonia determinato a cambiare il mondo, noncurante delle conseguenze: è un vero crociato. Volano in Perù con un volo commerciale, un volo privato, utilizzano moto taxi e barche per raggiungere la giungla amazzonica, dove le multinazionali stanno per raggiungere il villaggio. Gli studenti s’incatenano per protesta in modo da non poter essere portati via e iniziano a trasmettere in streaming l’azione con i loro cellulari. Gli operai reagiscono con la forza estraendo immediatamente le pistole e minacciando di uccidere gli studenti.

The transport Legacy

Tenetevi pronti a conoscere il nuovo Transporter. Conosciuto nel mondo della criminalità organizzata della Costa Azzurra come il miglior autista sulla piazza, Frank Martin (Ed Skrein) è disposto a fare “qualunque” consegna se ben pagato. Per lui le regole da rispettare sono solo tre: niente nomi, niente domande e niente ripensamenti. Ma il suo codice deontologico finisce nella spazzatura quando si lascia convincere dalla bellissima femme-fatale Anna (Loan Chabanol) a guidare l’automobile utilizzata per la fuga durante una complicata rapina in banca. Sfrecciando tra le strade del Principato di Monaco a bordo di una moderna Audi, Frank resta coinvolto suo malgrado in un complotto per far fuori Yuri (Yuri Kolokolnikov), il trafficante di essere umani russo che ha costretto Anna a prostituirsi 15 anni fa. Disposte a tutto pur di vendicarsi, Anna e le sue bionde complici rapiscono il padre di Frank, la spia in pensione Frank Sr. (Ray Stevenson), per essere certe che Transporter rispetti l’impegno preso. Frank, che per motivi personali rifiuta l’uso di armi da fuoco, ricorrerà ad un’incredibile gamma di armi improvvisate e di letali mosse da combattimento per avere la meglio sui guardaspalle di Yuri. La situazione si complica quando il suo rapporto con Anna diventa qualcosa di più di un semplice rapporto di lavoro.

Dietro gli occhiali bianchi

Dietro gli occhiali bianchi è il racconto di un viaggio nella vita e nella carriera di Lina Wertmüller, prima donna al mondo nella storia del cinema ad aver ricevuto una nomination al premio Oscar come miglior regista, con il suo capolavoro Pasqualino Settebellezze (1975). Dalle immagini inedite girate a Cinecittà quando era aiuto regista di Federico Fellini in 8½, il documentario ripercorre i luoghi dei suoi film più celebri, per scoprire l’universo artistico e umano di una donna che, sempre fedele alla sua vena ironica e grottesca, ha lasciato il segno in ogni ramo dello spettacolo in cui ha lavorato, cinema, teatro, televisione, musica. Ad accompagnare il viaggio, numerose interviste esclusive agli artisti testimoni di una carriera intensa, in continua evoluzione: tra questi, Giancarlo Giannini, Marina Cicogna, Sophia Loren e molti talenti stranieri come Harvey Keitel, Nastassja Kinski e il critico cinematografico John Simon. Il film contiene una lunga serie d’inediti: video, immagini e canzoni scritte dalla stessa Wertmüller.

Magic Mike XXL

Dopo che Mike (Channing Tatum) si è lasciato alle spalle la vita da spogliarellista, anche i rimanenti ‘Re di Tampa’ sono pronti a gettare la spugna. Ma vogliono farlo a modo loro: dando vita ad un ultimo incandescente spettacolo a Myrtle Beach, con il leggendario Magic Mike che torna per l’ultimo, strepitoso striptease sul palco insieme a loro.

un mondo fragile

Un mondo fragile

Alfonso è un vecchio contadino che, dopo diciassette anni, torna dalla sua famiglia per accudire il figlio Gerardo, ora gravemente malato. Al suo ritorno, ritrova la donna che era un tempo la sua sposa, la giovane nuora e il nipote che non ha mai conosciuto, ma il paesaggio che lo aspetta sembra uno scenario apocalittico: vaste piantagioni di canna da zucchero circondano la casa e un’incessante pioggia di cenere, provocata dai continui incendi per lo sfruttamento delle piantagioni, si abbatte su di loro. L’unica speranza per tutti è andare via, ma il forte attaccamento a quella terra rende le cose più difficili. Dopo aver abbandonato la sua famiglia per tanti anni, Alfonso ora cercherà di salvarla.

Escono inoltre: Arianna, L’esigenza di unirmi ogni volta con me, Fino all’ultima staccata, genitori, Iris, La prima luce, Ritorno alla vita, Stalking Eva

Commenti