Intervista presentazione “Andate e moltiplicatevi” Magia Production

Andate e moltiplicatevi

by Magia Production

 

Sale assegnate: 91

Costo del film: 26.550.000 Euromatik

 

Genere: Commedia

Regista: MacFarlane Seth

Cast: Hemsworth Chris, Bridges Jeff, Leto Jared, Rossellini Wiedemann Elettra, Nyong’o Lupita, Nakama Yukie, Upton Kate, Rodriguez Gina, Chopra Priyanka

Descrizione:  Non c’è niente da fare, nonostante i tentativi precedenti, sulla Terra le cose vanno sempre peggio e la religione è sempre più in difficoltà . I giovani non seguono più le funzioni religiose e di pregare non se ne parla a meno di non avere bisogno di qualcosa o di avere subito disgrazie o malattie, e allora sì tutti a chiedere aiuto a Dio. Non parliamo poi del sesso, le donne hanno perso ogni ritegno e ormai sono diventate cacciatrici al pari e più degli uomini e la fornicazione e il lassismo dilagano. I valori del matrimonio non esistono quasi più l’adulterio è cosa normale e quotidiana. Per tentare di risolvere questa difficile situazione Dio, in accordo con lo Spirito Santo, decide di intervenire direttamente cercando un modo per aumentare velocemente il numero dei bravi cattolici.

Diritti Acquistati:  Opera originale –  Non Necessario

Intervista:

– Cosa ti ha spinto a proporre questo film?

Era un’idea di qualche mese fa che mi ha girato per la testa in vari modi, e inizialmente doveva essere una specie di horror, poi scrivendo qualche scena ho iniziato a divertirmi e alla fine ho preferito trasformarlo direttamente in una commedia.

– Parlaci delle scelte di cast e regia.

Durante la visione apparirà chiaro, almeno ai frequentatori di Ck, di come regia e soprattutto parte del cast fosse in un certo qual modo già definito dalla storia. Ho aggiunto giusto il minimo indispensabile e il volto di Chris Hemsworth come protagonista è stata da subito la prima scelta.

– Come pensi che sarà accolto questo progetto?

Credo con curiosità per il soggetto, con divertimento per la storia mentre è un’incognita assoluta, non solo per me ma per tutti, quella che sarà l’accoglienza al Festival di Roma perché nessuno sa cosa ci aspetta e cosa stanno preparando i concorrenti.

– A che punto sei con la lavorazione? Quando conti di farlo uscire in sala?

Pronto per il Contest e quindi pronto anche per la sua prossima presentazione nelle nuovissime sale di Cinematik 2.0

– Convinci la gente a votare il tuo film.

Abbiamo alla regia MacFarlane, quindi se vi piace l’idea di divertirvi con un qualcosa un po’ fuori dalle righe e dai soliti schemi direi che è il film che fa al caso vostro.

– Hai avuto difficoltà ad approcciarti al summary?

Non eccessivamente, non dimentichiamo che fui il creatore del primo tentativo di summary nel lontano 2002. Poi, forse fortunatamente, in quel periodo c’era ancora tempo e voglia di fare film più completi e la cosa morì lì ma ora che in pochi sembrano aver intenzione di dedicare giorni, a volte mesi, per scrivere storie complete e piene di dettagli forse è giunto il momento di tentare questa strada per interagire anche con chi ha buone idee, voglia di giocare, ma poco tempo a disposizione. Inutile dire che, così come fui tra i protagonisti della nascita di Cinematik, ora ci tengo tantissimo ad essere tra coloro che con questo Festival tengono a battesimo il nuovo corso di una Cinematik2.0 che vuole mettersi al passo con i social ed essere più semplice, più immediata e più scorrevole.

8 comments

  1. L’argomento si presta bene alle critiche da parte dei Teocon. Ma io credo che da quel genio del Merlo, non possa che venirne fuori un film gustoso e simpatico. Mani levate e attesa a palla per questo Summary.

  2. Io per ovvi motivi sono doppiamente curioso di questo film e immagino che il buon Merlino abbia completamente ribaltato il senso e la critica che veniva fatta nel primo film (A volte ritorno) da cui questa pellicola prende spunto.

  3. E’ il film da battere? Chissà, anche se la novità dei summary, vera assoluta prima volta per tutti, può riservare molte grandi sorprese. In bocca al lupo!

  4. Che poi mi è venuto un flash, ma il primo summary non fu in realtà quello di Cesare/Cadillac quando uscì con la prima versione di “Speedway – Uscita per l’inferno” presentato tra i primissimi film di Ck?
    Allora lo liquidai con “Certo la storia è bella e King non si discute ma il film risulta difficile a vedersi a causa di una sceneggiatura inesistente. Con un po’ più di impegno(forse di tempo?) si poteva fare meglio.”, visto oggi potremmo dire che mancavano le scene descrittive ma siamo tornati lì 😉

Commenti