L’oceano in un istante (CK)

L’oceano in un istante

Oren Productions
(Commedia)

Regia: Fausto Brizzi

Cast: Filippo Scicchitano, Beatrice Valente Corvino, Raul Bova, Fabrizio Bentivoglio, Nina Torresi, Andrea Montovoli, Ficarra & Picone, Ludovico Fremont, Matteo Ripaldi, Carlotta Tesconi, Paola Onofri.

Link allo script

Trama: Anno 1984, Mattia, Gian e Pier (Scicchitano,Fremont,Ripaldi) alle loro prime vacanze in macchina, le prime ferie da maggiorenni, ma soprattutto le prime ferie senza genitori.
Un campeggio toscano sarà il luogo delle loro follie e dei loro amori estivi.
Ma Mattia qui incontrerà Melissa (B.Valente Covino), una ragazza Americana in vacanza nel bel paese, nulla sembra ostacolare il loro amore, se non fosse per ..

Recensione: Premetto che questa pellicola l’ho vista al momento dell’uscita nel 2012 e non l’ho mai recensita. Però me la ricordo con piacere e questo dovrebbe essere il complimento più grande per il produttore, dato che spesso mi scordo di film letti ben più recentemente. Questa pellicola è una commedia sentimentale adolescenziale a struttura circolare, ovvero che il film inizia leggermente prima di dove finisce, per fare una narrazione in flashback. Ed in questo lo sceneggiatore è riuscito bene, anche trattandosi di un opera originale. Utilizzando questo metodo ha perfino cercato di infilarci un colpo di scena facendoci credere che Mattia è in ospedale in attesa della conclusione dell’intervento al cervello di Melissa e invece si tratta del classico Happy End che si confà ad una commedia come questa e che quindi non stona. Non a caso furbescamente il buon Oren ha affidato la regia ad uno specialista del genere come Brizzi, che in stato di grazia ha fatto un ottimo lavoro, sia sfruttando i suoi attori, che dando anche un qualcosa in più nell’ambiente in cui si svolge la vicenda che riporta agli anni 80. Non a caso nell’incipit ho scritto che questo potrebbe essere benissimo l’erede di “Sapore di sale” che ci svelava come si divertivano i ragazzi negli anni 60 nella versilia. Non a caso proprio come nel film vanzinesco, Oren estrae una colonna sonora di quegli anni con pezzi conosciuti e ben assortiti. Qui siamo negli anni ottanta e seppur con le dovute differenze il modo di divertirsi era ancora simile. Anni in cui tutto era più reale e meno virtuale o multimediale. Ma venendo al film c’è da dire che è una storia d’amore nata con difficoltà fra i due protagonisti principali che come da ogni favola andranno oltre la lontananza e il parere avverso del padre di lei. E’ la storia di amicizia che lega i tre ragazzi fra loro e le due cuigine. E’ la storia di come le vacanze estive anche se limitate nel tempo potevano essere esperienze memorabili perchè vissute in libertà senza genitori. Ma è anche la storia di quello che i padri vorrebbero per le loro “bambine”, senza accorgersi che le suddette bimbe sono cresciute.Insomma un buon film che dietro all’aspetto commedia mette in campo una serie di rapporti interpersonali ben sviluppati; chiaramente chi ha il pregiudizio sulle commedie italiane di questo genere e su certi registi, non potrà che trovare cose negative. Un film con un cast assortito bene e corale, con nessuno dei giovani attori che ha una sorta di supremazia sugli altri. Inutile dire che coloro che emergono sono proprio i sicialini DOC Ficarra e Picone, che vengono utilizzati in una maniera sublime; ance se qualche malalingua potrebbe dire che i loro personaggi sono sempre gli stessi. Concludendo credo che il buon Oren abbia fatto centro con questa sorta di operazione nostalgia (ormai gli eighties sono passati da 30 anni), con una sceneggiatura originale, che rispetta tutti i canoni del genere. Da vedere e forse come a me vi rimarrà in mente, perchè vi riporterà alla vostra giovinezza, quando in quegli anni anche voi (io leggeremente dopo il 1984) scorrazzavate per un campeggio in compagnia degli amici del mare e cercava di beccare qualche fanciulla.

VOTO: 74/100

Altre recensioni e commenti sul Forum di Cinematik

One comment

Commenti