CK Biography 1×03: Michael Keaton

Benvenuti alla puntata 3 di CK Biography, la rubrica più amata degli ultimi 15 anni!

Ok, scherzi a parte: recentemente si è svolta la serata di premiazione degli Oscar e un bel film come Birdman ha vinto nella cateogira miglior film. Per questo motivo voglio omaggiare l’attore protagonista di questo piccolo gioiello di Inarritu. Signore e signori, Michael Keaton!

Keaton

Nato il 5 settembre del 1951, la carriera cinematikina per Keaton nasce grazie a un membro simbolo di Cinematik.it da molto tempo e con uno dei primi e più famosi film del nostro cinema virtuale: Davide Pezzi e la sua Fantàsia Pictures con la sua storia di fantasmi: Rock and Roll Ghost Story

Keaton_02

Gary Host, un produttore con un talento da far resuscitare i morti!

Protagonista in questa storia è Gary Host, un musicista fallito che trova una macchina-ponte fra questo mondo e l’oltretomba e fa resuscitare dei musicisti affermati per averne la fama. Una storia intrigante e molte persone hanno la curiosità di saper cosa ne penserebbero i grandi del passato della musica odierna. Tuttavia la cortezza del film e i troppi monologhi interiori del protagonista tolgono molto a una storia che poteva dare molto.

Nonostante ciò, il film ha successo e la performance di Keaton piace, tanto viene ingaggiato come comparsa nel sequel del semestre successivo. Nel frattempo lo troviamo anche nel film “The Price Of Fame” della coproduzione Mascia Films (ex Gongo) & Buster. Dopo questo film, Michael Keaton si prende ben cinque anni di pausa dal cinema virtuale.

In questi cinque anni, il cinema reale lo impegna con piccole produzioni e film per bambini, fra i quali “Herbie” con Lindsay Lohan, giusto abbastanza per pagare le bollette. Forse è vedendo il basso budget e i bassi compensi di queste piccole produzioni che sempre lo stesso Davide della Fantàsia Pictures decide di riportarlo fra noi per il ruolo del mitico Long John Silver nella trasposizione de “L’isola del Tesoro”

Keaton_03

Do what you want ‘cause a pirate is free, you are a pirate!”

L’istrionico e mitico pirata, fonte d’ispirazione per Jim e per molti scrittori d’avventura, è una delle scelta più azzeccate del film di per sé molto buono. Il film ha molte recensioni positive ma la rubrica non sa dire se ha fruttato dei premi a quei CK Awards. Premi che arriveranno sicuramente nel giro di altri sei anni, con il grande Francis Delaine e il suo capolavoro “Looking For Hope”

Keaton_04

Un ritorno alle origini, a tutti gli effetti.

Diretto dall’amico Tim Burton, il protagonista del film è Johnny Depp che interpreta un regista in crisi. Keaton in questo film sembra tornare ai suoi esordi non solo cinematografici con un film di Burton, ma anche cinematikini interpretando un musicista fallito che ritrova l’ispirazione grazie a una grande avventura.

Il film è un successo, una specie di affermazione della casa di produzione, che sbanca ai botteghini e trionfa sia al festival di Roma che ai CK Awards, e nomina Delaine come uno dei produttori più talentuosi che abbiano solcato il nostro gioco al cinema virtuale.

Con gli Oscar per Birdman, ci aspettiamo altri ruoli per Michael Keaton, nella speranza che ritorni, seppur superati i 60 anni, alla ribalta come una fenice. O come il suo Batman.

Passiamo alle domande.

Quali film virtuali hai visto con Michael Keaton? E quale pensi che sia il migliore?

Credi che dopo gli Oscar avrà una seconda occasione?

Che ruolo gli daresti? Pensi di prenderlo un giorno per un film?

Qual è il ruolo migliore per dare il giusto valore a un attore sottovalutato come Keaton?

grazie e alla prossima!!

2 comments

  1. La critica al film di Pezzi non è che mi abbia fatto impazzire, anche perché erano altri tempi ed i canoni cinematikini erano decisaemnte diversi, ma in quel film, letto anni dopo la sua uscita Keaton faceva un gran lavoro. Per “Price of fame” nondico niente perché non l’ho visto. Nella filmografia accennata manca quel gioellino di “Beetlejuice”, che poteva essere citato per il film più bello di Francis, in cui Michael ha fatto una delle sue prestazioni migliori, rubando la scena anche al più blasonato Depp. Fantastico nel ruolo di LJS nell’adattamento dell’Isola del tesoro.
    Venendo alle domande,credo che il suo film migliore sia proprio LFH di Francis.
    La seconda occasione potrebbe averla sicuramente; non sarebbe ne il primo nell’ultimo che a Hollywood dopo un declinoche sembrava inarrestabile é resuscitato (mi vengono in mente Travolta con Tarantino salvatore e Robert Downey Jr che dopo la droga é riuscito a riconquistare la giusta notorietà). Tornando su Tarantino, nonscordiamoci che ha recitato in “Jackie Brown”.
    Se lo ingaggerei? Sicuramente per l’annunciato sequel dell’isola del tesoro che avevo annunciato e mai realizzato. Proprio in questo progetto volevo riprendere il cast in toto.
    Sul fatto che sia un attore sottovalutato, io direi che si è giocato le sue carte e dall’esordio televisivo del 1975 (gran bell’annata

  2. Mi ha tagliato la fine del commento. Dicevo che dal 1975 i film in cui ha partecipato sono circa una cinquantina. Alcuni con buona notorietà e altri minori. Ha come tanti avuto i suoi bassi e i suoi alti, quindi il ruolo per renderlo al meglio sarebbe quello di un uomo che non si è mai arreso e ha sempre combattuto per rimanere a galla.

Commenti