Necroamanti (CK)

necroamanti_small

Necroamanti
Chimera Films

(Basso Budget-Horror)

Regia: Kevin Smith

Cast: Kat Dennings, Daniel Kaluuya, Jamie Bell.

LINK al film

Trama: A New York, una delle più macabre fantasie del cinema sembra essere divenuta realtà. Gli Zombie camminano per le strade e mietono vittime. La drammatica situazione farà da cornice al rapporto travagliato tra Luke e Sammy, due amanti che si ritroveranno a dover sopravvivere nella stessa casa.

Recensione di Mastruccio
Anche in una situazione di evidente ridimensionamento della propria attività cinematografica e operativa, dovuta ad un calo fisiologico di entusiasmo e verve, quando decide di far uscire un nuovo film la Chimera Films non delude.
Ne è prova la sua ultima produzione, l’horror “Necroamanti” scritto in fretta e furia per il San Marino Fanta Festival per la sempre lodevole voglia di dare il proprio pur piccolo contributo a tenere in vita il game, in questo strano e fin’ora asfittico semestre.
“Necroamanti” è un film sugli zombie, ma ci vuol poco per capire che fondamentalmente è una storia che usa il genere horror come pretesto, raccontando invece la più classica delle situazioni amorose, il famigerato “lui-lei-l’altro”, qui rappresentato da un terzetto piuttosto variegato. Luke, un ragazzo abbastanza fessacchiotto che ha una storia già in crisi con una ragazza certamente più sveglia, Sally, e l’altro, l’amico della coppia Martin, che si scopre alla fine essere da anni innamorato-geloso-pazzo della ragazza e acerrimo nemico del suddetto fessacchiotto. Come si conclude la breve storia? Trattandosi di horror nel più scontato dei modi, pur con la variante zombie di cui si è accennato. Ciò non di meno, il racconto filmico si gusta dall’inizio alla fine, con un’ottima costruzione del climax, partendo da un rilassante cartone animato di Spongebob e un dialogo vivace e divertente fra il fessacchiotto e un vicino di casa, e che termina con la scena clou, come detto molto prevedibile, della fine truce di tutti i protagonisti.
Alla fine del breve film, che possiamo considerare un mediometraggio, rimane sul groppone un dubbio irrisolto: se è stata tutta una mega-psicosi collettiva, come annuncia il tg, come si spiega la metamorfosi di Sally?
Già detto del brevissimo tempo impiegato da Andrew per la scrittura e revisione, ciò purtroppo determina la presenza di alcuni refusi assolutamente indolori che non rovinano la lettura dello script, che rimane efficace e scritta molto bene, come è ormai consuetudine della Chimera.
Kevin Smith alla regia è una scelta azzaccata, così come gli attori poco famosi che interpretano i tre ragazzi.
Nulla da commentare, perché assenti, per quanto riguarda la colonna sonora e il sito.
Voto: 7

Altre recensioni e commenti sul Forum di Cinematik

Commenti