L’assemblea condominiale (CK)

loca_02

 

L’assemblea Condominiale
Regia: Giovanni Veronesi
Cast: Fabio De Luigi, Christian De Sica, Tosca d’Acquino, Isabella Ragonese, Marco Giallini, Anna Bonaiuto, Cinzia Mascoli, Sergio Fiorentini, Filippo Timi, Giulia Elettra Goretti, Martina Pinto, Andrea De Rosa, Daniele De Angelis, Piera degli Esposti, Marisa Laurito, Giacomo Poretti

Filmettino leggero leggero come piace a me quando ho voglia di rilassarmi senza spremere troppo le meningi. Paragonato troppo in fretta a un cinepanettone io l’ho trovato molto più simile alle tante pellicole italiane (e non solo) che trattano di vita quotidiana corale. Se in altri film abbiamo avuto gli Immaturi che si riuniscono per andare in vacanza, o i disoccupati per sopravvivere alla crisi in questo caso la riunione e gli intrecci sociali sono tutti all’interno di un condominio e si risolveranno con la più classica delle riunioni condominiali cinematografiche. Ho apprezzato molto i continui intrecci senza soluzione di continuità e il susseguirsi delle scenette molte delle quali divertenti e ben riuscite. La scelta degli attori è indubbiamente ben fatta per l’obiettivo prefissato che pare essere quello di fare concorrenza ai film usa e getta che periodicamente appaiono nelle sale e forse proprio in questo darei una tiratina d’orecchie a Luca perché sarebbe stato bello osare di più e puntare allo sdoganamento di attori che si sono incartapecoriti nelle loro interpretazioni. I primi nomi che mi vengono in mente sono naturalmente quelli di De Luigi al quale manca solo la mamma col detersivo e il povero Cristian De Sica che potrebbe anche non essere un pessimo attore se la smettesse di scegliere di recitare in pessimi ruoli. In questo caso ha sicuramente fatto grandi passi avanti rispetto ai Natali in India o sul Nilo ma non è riuscito a togliersi di dosso la maschera del Conte Max alla quale rimane deve rimanere legato anche quando gli è concesso di fare qualcosa di diverso. Ecco, sarebbe stato bello tentare un rinnovo della commedia italiana, partendo coraggiosamente da quelle basi che volenti o nolenti sono quelle che dai cinema natalizi rispecchiano le realtà della società reale, cominciando dai commedianti e dal loro porsi davanti alle azioni di tutti i giorni.
Mi sono piaciuti tantissimo la locandina e il sito e pure le canzoncine mi sono parse ben amalgamate con il tutto.
Dopo aver visto in Ck tentativi decisamente mediocri come “Rochi e i suoi amici” per me questo è un tentativo riuscito, anche se un pizzico di incoscienza in più avrebbe forse permesso a questo progetto di segnare la differenza tra quello che sembra e quello avrebbe potuto essere. (Recensione di Merlino)

Clicca qua per leggere altre recensioni

One comment

  1. Questa l’intervista al produttore uscita all’uscita del film:

    – Perchè e come sei arrivato alla produzione di questo film?

    Non lo so! Ho pescato un vecchio “soggetto” dall’hard disk esterno e in poco tempo si è trasformato nel film. L’ho sistemato quasi di getto.

    – Parlaci delle scelte di cast e regia

    Alcuni personaggi sono stati ri-cuciti addosso agli interpreti, parlo di Luca – De Luigi e Giampietro Apolloni – De Sica.
    Considerando che il racconto si ispira ai vecchi vicini di casa dei miei genitori poi ho cercato dei volti che, in qualche modo, ci potesso somigliare.
    Per la regia ho pensato a qualcuno che abbia già lavorato a film “corali”, e Veronesi mi è sembrato indicato.

    – Ci sono altri aneddoti e curiosità riguardo alla lavorazione?

    L’ho scritto in tre notti. Una sera il computer s’è spento a metà scrittura. Parecchie scene si sono perse. Ero un po’ sconfortato, ma poi le ho riscritte. Chissà se la versione “originale” funzionava meglio o no…

    – Se il film non fosse tuo, che voto gli daresti da 1 a 10?

    Domanda sempre difficile e insidiosa. Mi divertono queste commedie, che però hanno poche pretese. Credo che un 7 sarebbe onesto.

    – Un pregio del tuo film?

    La leggerezza e la rapidità.

    – Un difetto del tuo film?

    Molti personaggi, potrebbero fare un po’ di confusione.

    – C’è un critico a cui speri il film piaccia particolarmente? E a chi pensi non piacerà (se vuoi dicci anche il perchè)?

    Spero possa piacere anche a chi ama meno la commedia italiana. Attendo di con “piacere” la rece di SuperLele, che si è detto in “attesa” di un’altra commedia che ho annunciato.

    – Obiettivo al box office? Settimane di durata, incasso complessivo, posizione da raggiungere…

    Considerando che l’estate viene dipinta come periodo di poche uscite conto su una lunga sopravvivenza.

    – Si dice sempre che si è legati a ogni film per un motivo o per un altro… in questo caso?

    Perchè è un’opera “personale” e “originale”.

    – Si dice anche che l’ultimo film scritto è sempre il migliore, in un certo senso, perché non si ripeteranno errori anche veniali commessi in precedenza. Concordi per questo script?

    Non credo :blink: è stata un’impresa abbastanza “estemporanea”. Quasi goliardica.

    – Un tuo film cinematikino a cui somiglia questo?

    L’onironauta, perché originale come questo.

    – Un altro film Cinematikino a cui lo legheresti con un filo rosso (per genere, tematica o quello che vuoi tu).

    Un po’ a “Il freddo modifica la traiettoria dei pesci”, perché comunque una commedia corale e ambientata in un ambito ristretto.

    – E un film reale (o più d’uno) invece che ti ha ispirato nella realizzazione o che accomuneresti al tuo?

    Mi sono ispirato alla commedia italiana più recente.

    – Il tema e/o il messaggio del film?

    Un piccolo ritratto dell’umanità italiana nelle proprie vicende domestiche…

    – Come convinceresti un neofita a vedere questa pellicola?

    Avercene di neofiti!

    – Uno spettatore medio italiano cosa penserebbe del film?

    Pure i miei vicini…

    – La strada è ancora lunga, ma se dovessi decidere adesso le autonominations principali per il tuo film ai Ck Awards?

    Non è un film da Award.

    – A scatola (quasi) chiusa: il prossimo pigliatutto ai Ck Awards?

    Totò

    – C’è un film che non hai ancora realizzato e che ti dispiace enormemente non aver portato a termine?

    No. Stanno tutti arrivando.

    -Cosa conti di poter fare per Cinematik in questo momento?

    Spero di spargere un po’ di ottimismo!

Commenti