The Dormitory (Script)

I Nomi degli attori e del regista scorrono durante le prime sequenze del film
Su schermo nero vediamo apparire il logo della Oren Productions


OREN PRODUCTIONS

PRESENTA:

The Dormitory

Directed By: Renny Harlin


SCENA 1

ESTERNO NOTTE
Un’auto corre molto velocemente su una desolata strada asfaltata piena di buche, La MDP la inquadra dall’alto. STACCO

La MDP inquadra l’auto ferma sul ciglio della strada con i fari accesi, la camera si avvicina fino ad inquadrare 2 ragazzi.

(MIKE interpretato da Joe Jonas)


Joe Jonas

Mike è appoggiato ad uno sportello con le braccia incrociate, per cercare di ripararsi dal freddo, si vede l’aria uscirgli dalla bocca quando parla.
Sta chiacchierando con Worren che si trova davanti a lui,che fuma una sigaretta,è anche lui visibilmente infreddolito ed innervosito da qualcosa.


(Worren interpretato da Josh Hutcherson)

Josh Hutcherson

MIKE
Dannazione cosi va a finire che congeliamo
siam fermi da più di 10 minuti.
E’ mai possibile?

WORREN

Lascia perdere amico, è una cosa che
io non sopporto, ma poi non capisco il motivo
per cui non possiamo aspettarle in macchina?

MIKE
Hanno paura che scappiamo ( ride )

WORREN
bastava prendere le chiavi dell’auto (risponde seccato)

Brenda Asnicar

Improvvisamente un rumore alle spalle di Worren lo fa voltare di scatto, per un istante gli occhi dei due ragazzi si concentrano tra i cespugli che hanno davanti.
Nell’oscurità e nel silenzio il rumore di qualcuno si fa sempre più vicino, si vede improvvisamente qualcosa sbucare dal bosco al ciglio della strada.


WORREN
dannazione ragazze potevate dirlo prima, ci saremmo fermati alla stazione di servizio
che abbiamo incrociato poco fa.


MIKE

Infatti, cosi evitavamo di fossilizzarci qui, con questo gelo maledetto.

Bridgit Mendler

Una delle due ragazze, Nadia, si ferma e fulmina con lo sguardo entrambi


(Nadia Interpretata da brenda asnicar)

NADIA
Vai al diavolo Worren
Per noi donne è un pò più complicato senza
un bagno, dato anche che, la stazione di
servizio l’abbiamo superata
già da più di 80 km.

JULY

Andiamo Nadia lasciali perdere e sali in macchina che fuori si gela.
Mike tu torna a guidare e vedi di fare in fretta,
non voglio arrivare al dormitorio, ed invece
che andare a dormire
dovermi preparare per andare a lezione.

(July Interpretata da Bridgit Mendler)

MIKE
(con viso rassegnato) Agli ordini signore

Toby Hemingway

Worren e Nadia sghignazzando salgono in macchina, l’auto riparte e si avvia nuovamente sulla strada. STACCO.


MUSICA:http://www.youtube.com/watch?v=5q6skxRLnsI&feature=related

SCENA 2

ESTERNO NOTTE
La MDP inquadra un enorme casolare, la facciata è senza balconi e piena solo di grosse finestre, (il classico aspetto dei dormitori che si trovano nei campus) la luce della luna si fa spazio tra le nuvole che coprono quasi per intero il cielo, il riflesso delle finestre si stampa tetro su un enorme lago che si trova dietro al Dormitorio, la MDP fa un giro veloce intorno al casolare e si avvicina al lago, con uno zoom veloce corre a pelo d’acqua fino ad arrivare su una piccola barca da sola in mezzo al lago. l’inquadratura si allarga.
primo piano, sulla barca si trova il cadavere di un uomo con un buco nel torace e uno sguardo terrorizzato negli occhi. STACCO.

Nella foschia spuntano i fari dell’auto dei ragazzi che si ferma davanti ad un grosso cancello, oltre il quale c’è il dormitorio, tutto è spento e silzioso intorno, l’unico brusio che si ode, sono le miriadi di animali che girano intorno al bosco.

FINE MUSICA


INTERNO AUTO

Mike si abbassa per osservare meglio la facciata del dormitorio, dopo si gira verso Worren e si accorge che il ragazzo sta dormendo, con un pugno sulla spalla lo sveglia.

WORREN

Ehi amico che diavolo fai (con voce impastata)

MIKE

(fa un cenno verso il dormitorio)
guarda un po’ là bello, tutto spento nessuna luce
e nessun pullman (un sorriso gli si apre in viso)

WORREN

già hai ragione chissà perchè (fa una faccia curiosa)
non ho mai visto il dormitorio totalmente addormentato alle 11.

MIKE
Genio sveglia..
per prima cosa siamo al primo anno, ed in 5 mesi
non so quanto tu possa aver visto di questo campus, ma pensa
bene a cosa ti disse la signora Oc’tiffer venerdì mattina.

Worren ci pensa un attimo, dopo ha un flash back..

FLACH BACK
Vediamo Worren che sta parlando con la sua insegnante a fine lezione, lei molto distrattamente lo ascolta mentre rimette le sue cose nella valigetta.

WORREN
Signora Oc’tiffer, qui ci sono i nostri documenti firmati, come le avevamo
già anticipato la settimana scorsa noi 4 torneremo a casa questo week end
invece di venire fino a Londra per quella manifestazione studentesca.

SIGNORA OC’TIFFER
Fate come volete ragazzi, vi dico solo che se pensate sia noioso partecipare al meeting, vedrete
quanto sarà noioso passare il Lunedi da soli al campus in caso il rettore decidesse
di partecipare anche a l’ultimo giorno dell’evento
(dice con voce seccata)

Worren si volta verso Mike facendo uno sguardo sorpreso per la reazione della professoressa
FINE FLASH BACK

INTERNO AUTO
Il viso di Worren si illumina all’improvviso, ed inizia ad urlare entusiasta in macchina voltandosi verso le ragazze.

WORREN
Sveglia bellezze, indovinate un po’?
Non sono ancora tornati da Londra, tutto il campus e dormitori sono vuoti.
quindi non solo domani si può dormire, ma stasera si puo anche far baldoria ( fà l’occhiolino a Nadia)

NADIA
Te la sogni bello, e poi a me sto posto vuoto cosi mi mette i brividi,
quasi quasi mi fermerei a dormire in macchina.

JULY
beh di sicuro sarebbe un’alternativa migliore che dormire da sole nel dormitorio con
questi 2 maniaci. ( ride )

WORREN
piccola ci sono donne in tutta l’inghilterra che pagherebbero per essere
al vostro posto.

mentre July e Nadia continuano ad infierire su Worren, la MDP passa all’esterno, qualcosa o qualcuno sta osservando l’auto attraverso i cespugli, il silenzio è totale, tra la pioggerellina causata dalla foschia e la fitta vegetazione, vediamo Mike scendere dall’auto sorridente.
udiamo in fuori campo un respiro affannoso, in soggettiva di chi è nascosto tra la piante, seguire Mike che si allontana dall’auto, apre il cancello e poi torna in macchina.
Prima di chiudere lo sportello si sentono ancora le risate divertite di chi vi è all’interno. il respiro che sentiamo in fuori campo si fa sempre più affannoso.
L’auto parte ed entra nel cortile. STACCO.

SCENA 3

INTERNO DORMITORIO


Una serie di neon si accende una dopo l’altro, nell’enorme salone principale, e nei lunghi corridoi splende la luce fredda e bianca, il grosso atrio è quasi vuoto, c’è solo un vecchio bancone e una tv sopra, con davanti un grosso divano in pelle scura.
Worren e Mike si scazzottano scherzosamente a vicenda, intanto July si toglie la giacca e si butta sul divano accendendo la piccola tv che si trova davanti a lei.

JULY
Smettetela di fare i ragazzini voi 2, e controllate piuttosto che non ci sia
veramente nessuno prima di far casino.

WORREN
Mike hai sentito July vai un pò a dare un’occhiata,
(dice ridendo mentre si siede vicino a July)
e già che ci sei controlla se in camera di qualcuno riesci a trovare qualcosa da bere

MIKE
il signore desidera qualcos’altro?
Amico mi hai scambiato per il tuo cameriere?

July e Worren scherzosamente cominciano a sbattere le palpebre e fare delle facce assurde per riuscire a convincere l’amico.

JULY
Dai Mike, se riesci
a trovare qualcosa da bere, magari
riusciamo un po’ a scaldare la serata
(dice con un sorriso malizioso)

a quel punto mike si toglie la giacca e la butta distrattamente su una sedia vicino a lui.

MIKE
corro subito cara!

e sparisce velocemente nel corridoio.
July e Worren si guardano per un attimo,lui scoppia a ridere

WORREN
(ridendo) è quasi fastidioso il modo in
cui con uno sguardo riuscite a farci fare quasi quello che volete.

JULY
mio caro tu non hai idea del potere che ha una donna ( ride)

WORREN
a proposito di donne, dove è finita Nadia?
STACCO

MUSICA:http://www.youtube.com/watch?v=832E_lql9f8&feature=related


INTERNO CORRIDOIO


Nadia cammina all’interno del dormitorio in un lungo corridoio, si sentono solo i suoi passi, si dirige dritta verso camera sua.
vediamo l’aria uscirgli dalla bocca quando respira, ad evidenziare quanto freddo sia l’ambiente

NADIA
fa un freddo maledetto qua dentro
potevano anche lasciare la caldaia accesa maledizione.

Un improvviso rumore alle sue spalle la fà voltare, scrutando con lo sguardo in fondo al corridoio, vede un neon accendersi e spegnersi di continuo come se si stesse per esaurire.

NADIA
Mike, Worren
se siete voi vi avviso di smetterla, non siete affatto divertenti.
(piccola pausa)
July sei tu?
(pausa silenziosa di qualche secondo)
Al diavolo Nadia non farti paranoie sarà stato solo il neon
(dice a bassa voce)

Si volta e ricomincia a camminare, arrivata in fondo al corridoio entra nell’ultima stanza a sinistra, prova ad accendere al luce ma niente. sbuffa con aria scocciata e tira fuori il cellulare dalla tasca usandolo come una torcia.

NADIA
Un classico, proprio stasera che non c’è un anima a questo piano
doveva fulminarsi la lampadina
(dice seccata)

facendosi luce con il cellulare si avvicina al comodino in mezzo ai 2 letti, apre il cassetto e prende dall’interno un pacchetto di sigarette, all’improvviso sente la porta chiudersi alle sue spalle ed il respiro di qualcuno proprio dietro di lei.
la paura la paralizza per un istante, poi prende coraggio, sgrana gli occhi e si gira di scatto, vede chi gli sta davanti e comincia a colpirlo con schiaffi e pugni.

FINE MUSICA


NADIA
Dannazione Mike, sei un idiota quando ho sentito che c’èra qualcuno dietro di me
mi è quasi preso un infarto

MIKE
(parandosi dei colpi)
scusami non volevo spaventarti, non sapevo che eri in camera
ero solo entrato per vedere se avevi qualcosa da bere

Nadia smette di colpirlo e scoppia a ridere nel vederlo in posizione difensiva tutto rannicchiato in un angolo

MIKE
tu non sei normale mia cara!

Nadia fa un sorriso e si dirige verso l’armadio,lo apre sposta una tuta da cheerleader e ne tira fuori 2 bottiglie di vodka. mostrandole fiera a Mike.

NADIA
dicevi Mike?

MIKE
(con un sorriso a 32 denti)
dicevo appunto che non sei normale, sei super, la migliore, la più grande e la più bella

NADIA
Bene cosi andiamo meglio ( ride )
torniamo da July, non voglio lasciarla troppo
tempo da sola con il tuo compare.
STACCO


INTERNO ATRIO


Rientrano nel grosso atrio, July e Worren sono lì a guardare la tv, Nadia mostra a entrambi le bottiglie alzando un sopracciglio

JULY
Huuuu huuuuu

WORREN

(Con faccia sorpresa)
Stasera ci divertiamo
STACCO

MUSICA:http://www.youtube.com/watch?v=wPBbMbKSZrQ

SCENA 4

Vediamo in dissolvenza una serie di scene dei ragazzi che si divertono : July e Nadia che ballano su un tavolino mentre Worren e Mike fanno il tifo dal divano; Mike e Worren che combattono usando come spade degli attacapanni; July che prende a cuscinate Mike; Worren che corre su uno skate nel corridoio, con Mike che lo spinge e tutti insieme che fanno a gavettonate nei corridoi del dormitorio.Stacco

Fine MUSICA

INTERNO DORMITORIO CORRIDOIO

Worren con secchio in mano sta inseguendo Nadia, all’improvviso quest’ultima scivola battendo la testa sul pavimento.
Resta ferma ed immobile sdraiata sul pavimento, Primo piano sul viso di lei svenuto e sul viso di Worren che da sorridente si fa serio.
Lascia cadere il secchio e comincia a correre verso di lei chiamandola, quando gli arriva vicino si inginocchia di fianco a lei, avvicinando l’orecchio alla sua bocca per controllare che respirasse ancora.

MUSICA:http://www.youtube.com/watch?v=1pYfSBjZQWg&feature=related

WORREN

Respira ancora.
Nadia..Nadia.. svegliati maledizione
Nadia.. oh mio Dio

Worren rialza la testa, il volto visibilmente confuso e spaventato si passa una mano fra i capelli, la MDP fa un primo piano su Nadia, che è ancora con gli occhi chiusi, accenna un verso con la bocca come se non riuscisse a trattenersi ed infine scoppia a ridere.

WORREN
Dannazione, sei una psicopatica
mi hai fatto spaventare

NADIA
il tenero Worren si preoccupa per me ( con voce sarcastica )

WORREN
vedi di rialzarti scema prima che ti prenda a calci.

Worren si rialza col viso visibilmente rilassato ed aiuta Nadia a rialzarsi, lei lo guarda intensamente, poi si avvicina a lui, gli mette una mano sul petto e lo spinge facendogli appoggiare la schiena sul muro.
I loro volti sono vicinissimi, Nadia lo bacia appena sul collo poi si avvicina al suo orecchio e gli sussurra:

NADIA
se devo essere sincera
è stato molto eccitante vederti
preoccupato per me

WORREN
piccola avevi dubbi?
io tengo moltissimo a te, e
mi spiacerebbe se tutta questa meraviglia
(indicando il suo corpo)
si facesse male.

NADIA
(ride)non dire scemenze.
Tu tieni moltissimo ad una parte di me (dice sussurrando)
ma magari, potresti controllare
che effettivamente io non sia ferita

I due si guardano per qualche istante, poi Worren le mette le mani intorno al viso, e la avvicina a lui.
Primo piano sui 2 volti a pochi millimetri Nadia accenna un sorriso malizioso, che Worren ricambia, i due ragazzi iniziano a baciarsi appassionatamente. STACCO

fine MUSICA


SCENA 5
INTERNO DORMITORIO ATRIO

July è sdraiata sul divano con i piedi distesi su una sedia, Mike è chino davanti al televisore e sta cercando di riattaccare un cavo della tv che si è rotto

JULY
sei fortunato che inciampando
si sia rotto il cavo e non si sia rovesciata la tv
(dice ridendo)

MIKE
Fortunato un corno, se non riesco a ripararla, domani
devo far venire un tecnico prima che tornino tutti.

JULY
a proposito di tutti dove sono finiti quei due?

MIKE
magari si stanno dando da fare
(accenna un sorriso, facendo l’occhiolino)

Ad un tratto mentre Mike lavorava con forbici e nastro isolante, si ode un CLACK e tutte le luci del dormitorio si spengono.

JULY
Dannazione Mike che cavolo hai combinato con quei fili?

MIKE
Nulla, non sto lavorando sull’impianto, ma sul cavo della tv!
sarà saltata la corrente.
Andiamo giù alla centralina nel sottoscala e riattacchiamo tutto!

JULY
puoi scordartelo io non ci scendo al piano interrato con questo buio, lascia che vadano Worren e Nadia!

MIKE
se sono impegnati come credo nemmeno si accorgeranno che è saltata la corrente.( ride )
Ma non c’è problema, aspetta qui, faccio un salto da solo, un minuto e torno

JULY
No aspetta non ci resto qui da sola vengo con te.

MIKE
(con faccia sorridente)
Idee chiare July, è questo che ho sempre adorato di te!

July gli si avvicina e lo prende a braccetto

JULY
dai non fare lo stronzo, non è colpa mia se ho paura.
Lo dovresti sapere, mi conosci da anni!
(con faccia imbronciata)

Mike sorride e l’avvicina a sè, accende il cellulare usandolo come torcia e si incamminano verso le scale, arrivati al corridoio buio e silenzioso, un brivido scuote July che si stringe ancora di più a Mike. STACCO

SCENA 6

INTERNO CAMERA DI WORREN

Worren apre di colpo gli occhi, è coricato nel letto, Nadia al suo fianco sembra dormire.
Si gira verso la porta, ed il suo sguardo cambia come se avesse notato che qualcosa non va?

WORREN

Ehi sei sveglia?
(dice sottovoce)

NADIA

Adesso si, ma che ora è?
( continuando a tenere gli occhi chiusi)

WORREN

(guarda distrattamente la sveglia sul comodino)
Sono le 2 di notte.

NADIA

e per quale motivo mi hai svegliata?

WORREN

guarda sotto la porta, le luci del corridoio sono spente

NADIA

e allora? che ti importa.

WORREN

le luci di emergenza nei corridoi non si spengono mai, quindi
o è saltata la corrente o quei due stanno organizzando qualcosa.
Alzati andiamo a vedere
!

NADIA
Dai ma che ti importa, non
potevamo dormire ancora un po?
(dice scocciata)

Nadia si alza dal letto borbottando, si rivestono in fretta ed escono dalla stanza.
Il corridoio è totalmente buio, il freddo sembra sia aumentato, Nadia si avvicina a Worren che l’abbraccia.
All’improvviso la porta alle loro spalle si chiude di colpo facendo sobbalzare entrambi.

NADIA
(visibilmente spaventata)
Cos’è stato?


WORREN

Sarà stato un colpo d’aria.

Si allontana da Nadia e si avvicina alla porta, P.P sulla mano di Worren che afferra la maniglia e apre molto lentamente, prima di entrare si gira verso Nadia

WORREN
Vedrai che sono quei due, erano in camera nascosti
(dice a bassa voce)

Nadia fece cenno di approvazione con la testa, Worren apre appena la porta, poi fa un respiro profondo, all’improvviso la spalanca urlando

WORREN
FREGATIIIII!

Worren entra nella stanza, la faccia stupita perché non ci trova nessuno all’interno, Nadia entra subito dopo di lui.

NADIA
Mi spieghi come ha fatto a chiudersi la porta
se non c’è nemmeno la finestra aperta
e qua dentro non c’è nessuno?

E’ visibilmente spaventata, trema un po’ per il freddo un pò per la paura

WORREN

Non lo so Nadia, ma ci dev’essere
una spiegazione, non preoccuparti non è stato
nessun fantasma o roba del genere.

All’improvviso alle loro spalle, nel corridoio, appena fuori la porta appare un ragazzo,(Toby Hemingway) molto magro e a dorso nudo, è tutto bagnato con la pelle bianchissima e profonde occhiaie nere, le pupille sono completamente scure, il suo sguardo vuoto, maligno, P.P sui suoi occhi, all’interno sembra esserci il nulla!

(SAM e interpretato da Toby Hemingway)

Worren e Nadia di lì a qualche istante vedranno la minaccia davanti a loro; si voltano verso la porta per uscire dalla camera,ma non c’è più nessuno e, senza che si accorgano della presenza che fino ad un attimo prima avevano alle spalle, escono nel corridoio e si incamminano per raggiungere gli altri.STACCO

MUSICA:http://www.youtube.com/watch?v=xMoCbXIDJ7k&feature=related”target=”_blank” 


INTERNO DORMITORIO PIANO INT.

SCENA 7


Mike e July brancolano nel buio, la luce del telefono gli illumina appena pochi centimetri davanti a loro, il freddo li sotto è molto più pungente, e sembrano esserci centinaia di piccoli rumori e scricchioli intorno a loro.
Nadia si stringe sempre di più al braccio di Mike, il ragazzo fa una smorfia di dolore, ma decide di non dire nulla a July perché la vede visibilmente spaventata.
Lei urta qualcosa con il piede ed inciampa, cade a terra su qualcosa di morbido ma al buio non riesce a distinguere cosa possa essere.
la luce debole del cellulare si spegne di colpo.

MIKE
Perfetto, dannato telefono, july stai tranquilla
vengo a prenderti

JULY
Ok ma fai presto, c’è qualcosa sotto i miei piedi
ma non riesco a capire cosa

MIKE

ok facciamo cosi, aspetta li prima che si spegnesse
il cellulare ho visto la porta subito qui davanti a me, vado riattacco
la corrente e arrivo

JULY
(in preda al panico)
no no Mike non ti azzardare a lasciarmi
qui da sola..
non provarci

MIKE
Dai July ci metto 30 secondi e arrivo non preoccuparti

JULY
ok ma fai presto ti prego ho il terrore qui al buio
(dice con voce ansiosa)

Mike parte subito verso la porta davanti a lui, tiene le mani avanti per riuscire ad orientarsi, trova l’entrata della stanza ed entra.
Intanto July è sola nel buio, sente un rumore alla sua destra e si gira portando le mani avanti per capire nel buio cosa avesse di fianco

JULY
Mike sei tu?
(piccola pausa)
MIKE?

qualcosa gli soffia sull’orecchio sinistro, lei terrorizzata si volta, un pianto isterico ed i suoi occhi si riempiono subito di lacrime Vediamo in prima persona quello che vede July, attraverso i suoi occhi, ha le braccia tese in avanti, cercando di toccare chi si trova vicino a lei.
La sua mano sfiora qualcosa, è fredda e bagnata, comincia a urlare

JULY
MIKE MIKE
AIUTO C’E’ QUALCUNO QUI
MIKEE!

Mike si volta sentendo le urla del’amica, e torna velocemente indietro, arrivato sul ciglio della porta che separa le due stanze,quest’ultima si chiude improvvisamente.
Mike cerca di aprirla, dettaglio delle mani di mike che girano la maniglia senza risultati.
Comincia a chiamare l’amica battendo i pugni sulla porta. Stacco


SCENA 8
INTERNO DORMITORIO PIANO SUP.

Worren e Nadia sentono le urla provenire dal piano di sotto

WORREN
e July?
che diavolo succede

Nadia visibilmente preoccupata, inizia a correre verso le scale, Worren si trova subito dietro di lei

NADIA
Arrivava dal piano interrato, saranno andati giù per
riattaccare la corrente e gli dev’essere successo qualcosa.

WORREN
Nadia vai piano, non si vede un accidente
(scivola cadendo a terra, ma si rialza subito)
Appunto dicevo che non si vede un tubo

Arrivati al piano di sotto nell’oscurità July sta ancora urlando, ma le urla sembrano sempre più lontane, fino ad essere quasi scomparse.
la luce si riaccende, Worren e Nadia restano pietrificati da quello che appare davanti ai loro occhi.
intanto Mike continua a dare spallate sulla porta, fino a quando questa si rompe aprendosi ed anche lui si ritrova nella stanza con gli altri due, non riuscendo più a dire una parola

MIKE
M.m.m.ma cosa diavolo

Nadia comincia ad urlare e piangere, si appoggia al muro alle sue spalle e si siede per terra in lacrime con le mani davanti agli occhi, Mike si volta si avvicina al muro si piega a vomitare mentre Worren resta immobile senza dire una parola.
Davanti a loro appare un macabro scenario, ci sono almeno 80 corpi ammucchiati al centro della stanza, tutti orrendamente mutilati con buchi e ferite enormi sui corpi,il sangue ha creato una chiazza rossa su tutto il pavimento, a giudicare dall’aspetto sono li almeno da un giorno.

FINE MUSICA


WORREN

ok ragazzi dobbiamo andare via da questo posto.
è chiaro che non siamo soli.

MIKE
come fai a dire cosi, ci sono tutti
i nostri compagnidel dormitorio qui per terra, sono
tornati ieri dalla manifestazione a Londra

WORREN

Appunto Mike sono tornati e sono stati tutti uccisi, e chiaro
che c’è un pazzo bastardo che si aggira qua dentro.
quindi cerchiamo July e andiamocene
prima che torni, o chissà che non sia ancora qui

Mike comincia a dire parole a vanvera, è visibilmente confuso ed in preda al panico. Worren gli si avvicina lo afferra per un braccio e gli molla uno schiaffo in pieno volto

WORREN

Amico devi stare calmo ok..
inutile farsi prendere dal panico. troviamo july.

MIKE
July era qui con me, l’avranno presa
(dice visibilmente sconvolto)

WORREN
secondo me invece si è accorta dei corpi ed è scappata via in preda all’isteria

Un rumore al piano di sopra gli fà alzare d’istinto gli occhi verso il soffitto.

WORREN
è lei, è al piano di sopra.
prendiamola e leviamo le tende da questo posto.

Worren aiuta Nadia a rialzarsi e tutti e tre lasciano velocemente la stanza.

SCENA 9

INTERNO DORMITORIO PIANO SUP.

Mike cammina lentamente, trema e cade parecchie volte mentre sale le scale, Worren sostiene Nadia che continua a piangere.
Arrivati al piano superiore, si sentono i singhiozzi del pianto di July.
Si voltano e la vedono in fondo al corridoio rannicchiata per terra in lacrime e piena di sangue.

NADIA
July tesoro cos’e successo?

tutti e tre corrono verso di lei,

WORREN
July stai bene? quel sangue?
sei ferita?

JULY
n n n non è sa sangue mio
(risponde balbettando)

Mike è sconvolto si guarda continuamente intorno e trema come una foglia.

MIKE

Ok adesso che abbiamo trovato july
andiamocene da qui.
Spinge via Worren e si china per aiutare july
a rialzarsi.

Si precipitano tutti e quattro verso l’ingresso principale, stanno correndo in un lungo corridoio buio illuminato solo dalla
tiepida luce della luna che entra dalle finestre, July cade a terra Worren l’aiuta a rialzarsi e la prende in braccio

WORREN
Andiamo July ti prendo io

Mike è il primo ad arrivare al grosso portone di legno, schiaccia il pulsante per aprire la serratura elettrica, ma nulla la porta non accenna ad aprirsi, Worren mette sul divano July e aiuta Mike ad aprire manualmente la porta ma nulla le spranghe che la chiudono sembrano saldate a terra.
All’improvviso un forte colpo alla porta proveniente dall’esterno fa spaventare i ragazzi che si allontanano da lei.

MIKE
Siamo bloccati cazzo.. (pausa)
le finestre

WORREN
Mike ragiona e usa la testa, questo
dormitorio non apparteneva al campus in principio, quarant’anni
fa era un collegio, le finestre hanno tutte le inferriate.
se qualcuno a deciso di non farci uscire da qui
siamo bloccati.
non ci resta che chiamare la polizia.

Nadia si alza dal divano ma July la afferra per il braccio.


JULY
Non ti allontanare Nadia ti prego.

NADIA
Tesoro resto qui vado solo a prendere il
telefono nella giacca sul tavolo

Nadia cerca il telefono ma senza risultato, controlla agitata tutte le tasche ma non lo trova.

NADIA
non ce Worren? non lo trovo
l’hanno preso

Worren prende il suo dalla tasca, e lo mostra agli altri, il telefono è a pezzi

WORREN

si è rotto mentre correvamo giù da voi, al buio nelle scale sono
scivolato e lo sentito frantumarsi


MIKE
Il mio è scarico si è scaricato giù mentre lo usavo da torcia.
Approposito July si può sapere perché non mi hai aspettato?
Tutti noi siamo rimasti scioccati da quello che abbiamo visto
ma non siamo scappati da soli

July guardo Mike in modo curioso e con una risata isterica gli rispose

JULY
non sono scappata mi ha portato via

si tiro le ginocchia al volto e comincio ad oscillare nervosa sul divano.

WORREN
Fantastico, july è andata
(dice sotto voce)
Nadia controlla se ha il telefono

Nadia fà cenno di no con la testa .
Mike comincia a camminare nervoso per la stanza dicendo parole senza senso, Nadia Comincia a piangere.
Worren si avvicina al tavolo e da un calcio ad una sedia facendola sbattere sul muro

WORREN
Chi può essere le stronzo che ha fatto questo
(dice urlando)

JULY
Sam Becker Sam Becker Sam Becker
Sam Becker Sam Becker Sam Becker

July comincia a pronunciare quel nome di continuo la faccia di Worren si trasforma in una maschera di paura.
Mike si accorge dell’espressione terrorizzata dell’amico.

MIKE
Ehi amico sai chi è?
lo conosci?
chi è questo bastardo?

Worren guarda Mike con un espressione come se non capisse cosa voleva dire

WORREN
Cosa dici non conosco nessun Sam Becker

MIKE
Dall’espressione sembrava di si
(Mike lo guarda sospettoso)

WORREN
Piantala Mike non so di cosa parla July.
comunque dobbiamo andarcene da qui
(ci pensa un attimo e poi)
La stanza studio su in mansarda andiamo!

MIKE
Cosa? sei diventato pazzo? dobbiamo scappare
senza sapere ancora da chi e noi andiamo a chiuderci
in mansarda?
un grande piano amico un grande piano
(dice sarcastico)

WORREN

Idiota nello stanzino
che c’è in fondo a quella sala
c’è una piccola finestra rotonda sono sicuro
che li non ci sono inferriate

MIKE
Si ma è anche al secondo piano, ed in quella finestra noi non ci passiamo

WORREN
Noi no ma Nadia si

NADIA
Ha ragione worren andiamo.

Mike fece cenno di assenso anche se dall’espressione fà intendere tutt’altro, Worren prende in braccio July e si incamminano nel corridoio, tutte le luci si spengono nuovamente.

JULY
Tanto non possiamo sfuggire a lui
(dice ancora con una risata isterica)

WORREN
tranquilla July ti portiamo fuori da qui vedrai.
(P.P sul viso preoccupato di Worren)

Nadia accarezza i capelli di July  facendogli un sorriso forzato. Stacco

SCENA 10

INTERNO DORMITORIO PIANO 2

Giunti al terzo piano L’ambiente è ancora più tetro, dai pavimenti arriva una foschia, sulla quale si riflette il candore della luna rendendo il posto cupo e sinistro.

MIKE
Come ho già detto non è stata
una buona idea salire fin quassù

WORREN
Mike non è il momento ok?

NADIA
(riferita a Worren)
dimmi solo che hai un piano ti prego.

WORREN

Nadia come ti ho già detto tu e July dovreste
riuscire a passare dal piccolo oblò.
Voi uscite da qui prendete la macchina
e cercate aiuto.

Nadia annuìsce poco convinta, i ragazzi attraversano veloci il corridoio ed entrano in questa grossa
sala con 2 enormi file di grossi tavoli rettangolari pieni di sedie intorno,ci sono circa 10 tavoli per lato che lasciano un lungo passaggio centrale che attraversava la sala, in alto sotto il tetto delle grosse finestre che illuminavano l’ambiente, anche loro corrono per tutta la parete.

WORREN
ok li infondo alla sala
c’è la porta del ripostiglio della mansarda

JULY

E’ qui e qui e qui

MUSICA:http://www.youtube.com/watch?v=6s-l86HGqYE&feature=related

Comincia ad urlare come una pazza, Nadia getta uno sguardo a Worren e comincia a correre verso il fondo della sala
i ragazzi la seguono ma arrivati in fondo, si sente lo scricchiolio della porta da dove erano passati aprirsi.
Si voltano di scatto e vedono Sam immobile che li guarda con il capo chino e uno sguardo pieno di rabbia

NADIA
Chi diavolo sei e cosa vuoi
lasciaci in pace
(la voce rotta dal pianto)

MIKE
Noi non ti abbiamo
fatto nulla, qualsiasi problema avevi con gli
altri noi non centriamo.

Worren guarda con faccia schifata Mike, e si volta verso Sam

WORREN
Io non so perché sei tornato, ma ti
assicuro che non siamo quelli che cerchi.

MIKE
(rivolto a Worren)
Cosa? allora tu sai chi è
(lo afferra per un braccio)
perché hai mentito?

WORREN
Piantala Mike
dannazione anche tu dovresti
sapere chi è.

Mike lo guarda confuso, Sam davanti a loro inizia a muoversi molto lentamente, allarga le braccia e cammina in avanti.
mentre va avanti, tutto ciò che si trova alla sua destra e alla sua sinistra inizia a saltare per aria, come se venisse spinto verso l’alto.
In un attimo sedie e grossi tavoli molto pesanti, finiscono quasi a sfiorare il tetto per poi ricadere a terra finendo in pezzi.
Sam avanza con pezzi di legno e schegge che gli finiscono addosso senza sortire alcun effetto, sembra colpiscano l’aria.
Sul volto del ragazzo sembra aprirsi un sinistro ghigno come ad essere compiaciuto di quello che sta per accadere.

WORREN
(Urlando)
ok via via via nella stanza
presto presto.

Cominciano a correre, ma Nadia nella frenesia scivola sul pavimento di legno, Mike apre la porta ed entra nella
piccola stanza(circa 2 metri x 2), Worren è subito dietro di lui con July tra le braccia.

WORREN
(riferito a Mike)
Aiuta Nadia Presto.

Ma Mike invece ignora completamente Worren e si rannicchia in un angolo.
Worren nella fretta lascia July per terra vicino a lui e esce subito ad aiutare Nadia.
Sam è sempre più vicino, a già superato la metà della sala.
Worren Arrivato al ciglio della porta con suo sollievo vede che Nadia si è rialzata e sta correndo verso la porta.

NADIA
(urlando)
Worren!

WORREN
(urlando)
dai Nadia corri corri

Nadia gli tende una mano, lui l’afferra e la tira verso di se, entrando richiude la porta e corrono nella parete apposta.
la MDP fa un Primo Piano sul viso di ognuno di loro: July è seduta a terra con lo sguardo vuoto, incurante di quello che gli sta per accadere.
Nadia appoggiata al muro guarda verso la porta col viso terrorizzato.
Mike e seduto nell’angolo, guarda con terrore verso la porta e trema come una foglia.
Worren ha il fiato grosso e guarda la porta con aria di sfida come fosse pronto a reagire all’ingresso di Sam.
Ma all’improvviso i rumori dei tavoli e sedie che si distruggono svanisce. STACCO

FINE MUSICA


SCENA 11

INTERNO DORMITORIO PIANO 2 – STANZA


I Ragazzi sono immobili, ogni secondo passato a guardare quella porta sembra un ora, eppure tutto tace, il silenzio
è totale, tutto tace tutto è immobile, la tensione di Worren comincia a scendere, i muscoli si rilassano.
Tutti loro attendono da un momento all’altro che quella porta si apra e arrivi la fine per loro ma non succede nulla.
STACCO

Sono tutti seduti all’interno della stanza, tutto tace ancora, nella sala non si odono rumori di nessun tipo.

WORREN

(Riferito a Nadia)
che ora è?

NADIA
le quattro

WORREN

siamo qui da più di mezz’ora
Mike come sta July

Mike gli butta un occhiata distratta, e gli mette una mano sulla testa.

MIKE
Sembra che stia bene, si
è addormentata.

NADIA
Bisogna controllarla
è molto scossa dall’accaduto,
sembra che sia uscita di senno!

WORREN

Non preoccuparti si riprenderà, è solo
sotto shock.

MIKE
Mi chiedo come mai
non gli abbia fatto nulla, se è
stato questo Sam a prenderla prima, quando
eravamo al piano interrato.

Worren si alza e si avvicina lentamente alla porta, Mike gli fa un cenno di disaccordo, Nadia si porta le mani davanti alla
bocca come per soffocare un urlo.

MIKE
(Sottovoce riferendosi a Worren)
No no Worren non farlo

WORREN
Tanto non cambia un accidenti amico.
hai visto cosa succedeva a quei tavoli da
un quintale l’uno senza che nemmeno li
toccasse!

Mike si alza velocemente per fermarlo, ma è troppo tardi, Worren ha già girato la maniglia e la porta si è già scostata di
pochi millimetri. Mike resta immobile paralizzato dalla paura, Worren apre ancora un pò la porta e sbircia nella sala.
Lo spettacolo e da brividi, la strana foschia che c’era nel corridoio adesso si trova anche qui, tutti i tavoli e sedie sono oramai frantumi di legno sparsi per tutto il pavimento.

WORREN
Non c’è nessuno, sta giocando
con noi il bastardo.

Richiude la porta e mike si avventa su di lui, lo colpisce con un pugno in pieno volto e lo fa sbattere sulla parete alle sue spalle.
Worren reagisce subito, con un forte spintone e afferra l’amico per il collo, e lo spinge violentemente sulla parete alle sue spalle.

WORREN
Ehi amico devi stare calmo capito?
i tuoi colpi di follia non servono
a nulla in questo momento.
Che diavolo ti prende?

MIKE
hai stancato con la parte dell’eroe
senza paura, adesso devi dirci cosa sai di questo tizio
e del perché prima mi hai detto che io dovrei sapere
chi diavolo è?

Mike allontana  l’amico con una spinta, quest’ultimo molla la presa al collo, e si allontana da lui.

MIKE
Avanti amico comincia a raccontare.

WORREN
Tu dovresti conoscere la storia.

Worren china la testa e inizia a parlare……

MUSICA:http://www.youtube.com/watch?v=hzNgl81rl00&feature=related

SCENA 12

ASSISTIAMO AD UNA SCENA IN BIANCO E NERO, E IN FUORI CAMPO LA VOCE DI WORREN CHE NARRA LA STORIA
SULLO SCHERMO APPARE LA SCRITTA

ANNO 1982

Due ragazzi di circa 20 anni si trovano sul lago che si trova dietro al dormitorio, sembrano un po brilli a giudicare
da come si muovono e dalle innumerevoli bottiglie di birra vuote che si trovano ai loro piedi.

WORREN
I nostri genitori erano due
campioni della squadra
di football del college, una
sera dopo una festa per una vittoria
della squadra, loro erano rimasti soli a bere
birra sulla spiaggia fino a tarda notte.

Vediamo i due ragazzi scherzare molto rumorosamente sulla riva del lago.
Un ragazzo(Sam Becker) spunta all’improvviso con faccia Furiosa, e si avvicina a passo svelto verso i due.
il ragazzo e a dorso nudo e senza scarpe, indossa solo i Jeans.
Arrivato davanti a loro comincia a parlargli.

WORREN
li intimo di smetterla, che anche lui era
contento per la vittoria, ma l’indomani avrebbe avuto
un importante esame e aveva bisogno di dormire!

I due ragazzi eccitati dagli effetti dell’alcool, cominciano a infierire sul ragazzo, con spintoni e pugni.
Sam cade a terra e subisce per un pò i colpi degli avversari, poi riesce a prendere la gamba di uno di loro facendolo sbilanciare e cadere.
gli fu più facile ad un certo punto tener testa a l’unico rimasto in piedi, riuscì a rialzarsi anche lui.

WORREN
Lui non aveva bevuto ed
essendo lucido gli fù facile avere la meglio
sui nostri genitori.
Mio padre riusci ad avvicinarsi a una piccola
barca attraccata, prese un remo e colpì
violentemente Sam alla nuca.

Il ragazzo cade esanime a terra, una grossa chiazza di sangue si allarga sotto di lui.

WORREN
I nostri genitori in preda al panico
lo caricarono sulla barca e si allontanarono velocemente dalla riva

in campo Lungo vediamo la piccola barchetta di legno in mezzo al grosso lago, la notte è scura e senza luna
i due ragazzi discutono molto animatamente, arrivando quasi ad un altra rissa.

WORREN
Alla fine decisero di buttarlo nel lago
ma lui era ancora vivo.

Mentre lo facevano scivolare in acqua la mano di Sam afferro il braccio del padre di Worren.
Dettaglio sul braccio che esce dall’acqua e la mano che stringe la giacca del padre di Worren

WORREN
Tuo padre a questo punto afferro nuovamente
il remo e colpi più volte Sam in
testa, fino a quando lui non mollo la
presa e fini sul fondo del lago.

FINE SCENA IN BIANCO E NERO,L’INQUADRATURA TORNA NELLA PICCOLA STANZA AI GIORNI NOSTRI.

FINE MUSICA

WORREN
Sam spari, ma alcuni testimoni avevano
sentito la rissa tra i tre, e loro vennero
incriminati, ma non essendoci testimoni oculari
furono prosciolti dall’accusa e Sam venne semplicemente dato
per disperso, dopo tutto non era mai stato uno studente
modello e quindi tutti accettarono la versione dei fatti
in quel modo.

MIKE

Cosa
? e tu vorresti darmi
a bere questa storia?
Dicendomi praticamente che mio
padre è un assassino?

WORREN
è quello che mi ha raccontato mio
padre amico, non me lo sono inventato!
me l’ha confessato qualche anno fa
quando io scopri dei suoi problemi passati
con le autorità, non si è mai perdonato
quello che accadde quella notte!

Worren china la testa come a vergognarsi di suo padre che era stato responsabile
Nadia che ha ascoltato attentamente tutta la storia, è rimasta a bocca aperta

NADIA
Oh mio dio è terribile
se fosse vero significa…
significa.. che quel ..quel Sam
è…è….è un fantassss..
oh dio non riesco nemmeno a dirlo!

Mike scuote la testa iniziando a camminare avanti e indietro per la stanza,in modo nervoso si gira verso Worren

MIKE

Andiamo è assurdo
stai andando fuori di testa
amico..
E poi mio padre non è un assassino, si
ha avuto qualche grana con la legge da giovane..

WORREN

ti ha mai detto che tipo di
problemi ha avuto?

MIKE
No dannazione, io e mio padre
non abbiamo mai parlato molto, ma non è
un assassino cazzo!

la sua consapevolezza piano piano comincia ad accettare l’accaduto

NADIA
(in lacrime)
andiamo ragazzi un fantasma
non…non è possibile

WORREN

(visibilmente adirato)
Insomma abbiamo visto un tizio
con la pelle bianca come il marmo,
che al suo passaggio fa saltare per aria
tutto ciò che gli sta intorno senza toccarlo
non so se è un fantasma o cosa, ma
sicuramente non è uno studente ok!

Worren dà un pugno al muro per scaricare la rabbia, Mike barcolla fino ad appoggiarsi al muro e
si lascia scivolare per terra sconvolto per ciò che ha appena saputo.
Worren, anche lui si lascia andare stremato.


WORREN
Se non torna spetteremo qui
fino all’alba, e quando gli altri
docenti arriveranno
con il loro aiuto chiamiamo la polizia
e spieghiamo cosa è accaduto.

NADIA
Pensi veramente che
credano a una storia del genere?
no perche persino io
che le ho viste con i miei occhi
faccio molta fatica a
crederci.

MIKE

Nessun riferimento a
fantasmi o roba del genere, non
voglio finire
in una stanza imbottita.

WORREN
Diremo che Abbiamo trovato
corpi dei nostri compagni e che
per la pura che i responsabili
fossero ancora qui, ci siamo nascosti tutta
la notte in questa stanza!

Mike e Nadia fanno una smorfia di assenso, July continua a essere distaccata da tutto quello che succede.
Improvvisamente un rumore allerta i tre ragazzi, Worren e Mike balzano in piedi.
Nadia si avvicina a July e l’abbraccia stringendosi a lei.STACCO

SCENA 13
INTERNO DORMITORIO PIANO 2

La grande porta della sala si apre, Sam l’attraversa, e si blocca a fissare la porta.
tende un braccio verso una sedia semi distrutta a pochi metri da lui, e questa si solleva da terra
restando sospesa in aria a circa due metri dal pavimento.
Sam guarda la porta della piccola stanza dove si trovano i ragazzi e con un movimento rapido tende il braccio
verso la porta, la sedia schizza a velocita pazzesca finendo in mille pezzi contro la porta, che regge il colpo ma da
chiari segni di cedimento.

MIKE
è tornato..
Via ragazze dovete andare.

Nadia sconvolta si alza aiutando July che ormai sembra indifferente a tutto, Worren con una gomitata romper il vetro
della piccola finestra rotonda, ed intanto un altro forte colpo alla porta fa sobbalzare i ragazzi

WORREN

Vai Nadia io e Mike
no, ma voi riuscite a passare da li.

MIKE
Vai Worren aiutami a sollevarla

WORREN
Subito!
Nadia uscita dalla finestrella
dovete camminare sul tetto, una volta
arrivate in fondo dovete fare molta attenzione
e calarvi dal pluviale che c’è attaccato
al muro, non è difficile
ma dovrete stare attente a non cadere.
(Accenna un sorriso per calmarla)

NADIA
E voi come farete?

WORREN
Non preoccuparti, noi cercheremo di
scappare e nasconderci da qualche altra parte.
Tu prendi la macchina e vai a cercare aiuto.
Brampton è a una decina di chilometri se fai in fretta
in mezz’ora vai e torni.

MIKE
Cazzo le chiavi!

Comincia a controllarsi nelle tasche freneticamente, ma senza risultato.

WORREN
Non dirmi che hai perso le chiavi
amico?

Mike continua a controllare le tasche, quando finalmente tira fuori le chiavi dell’auto, Worren fa un sospiro di sollievo.

MIKE
Grazie a Dio, eccole.
prendile.

WORREN
Spremi tutto quello che puoi da
quella vecchia Rover!

Nadia li abbraccia entrambi e, aiutata da loro, esce con difficoltà dalla piccola finestra, subito dopo prendono in braccio July che senza nessuna collaborazione rende difficoltoso il suo passaggio.
un pezzo di vetro ancora attaccato ai bordi della finestra gli procura un profondo taglio su una gamba, ma ciò
non sembra minimamente scuoterla.
Quando i ragazzi non riescono più a reggerla, cade addosso a Nadia che sul tetto molto ripido cerca di tenerla, ma gli scivola, e la ragazza cade quasi dal tetto, ma Nadia l’afferra per una mano

NADIA

July ti prego cerca di tirarti su almeno
non riesco a farlo da sola.

Mike dalla piccola finestra vede la scena.

MIKE
July ti prego cerca di tirarti su
riprenditi maledizione.

Iniziano a scivolare entrambe sulle tegole rese umide e viscide dalla pioggerellina che incessante viene giù da
tutta la notte.
Nadia con un forte sforzo, Riesce a puntare una mano sulla grondaia, ma a questo punto July è appesa a circa 6 metri di altezza.
Primo piano sul volto di Nadia i denti serrati per resistere allo sforzo.

MIKE
Forza July ti prego riprenditi.

NADIA
Non ce la faccio più
(è in lacrime)
Mi spiace July.

Dettaglio sulla mano di Nadia che lentamente molla la presa, il suo volto si trasforma in una maschera di tristezza.
Al Rallentatore vediamo July cadere all’indietro, sul suo viso nessuna paura nessun segno come se fosse spenta.
Sentiamo l’urlo disperato di Mike chiamare July.
July finisce a terra, un rivolo di sangue corre sotto di lei, fino a raggiungere un piccolo solco sul terreno dove si
mischia con un piccolo corso d’acqua che si tinge di rosso.
Nadia si rialza distrutta, si volta verso di Mike in lacrime

NADIA
mi spiace Mike, mi spiace
non c’e lo fatta a reggerla.


MIKE
Corri Nadia corri..
vai a cercare aiuto
corri!

Nadia si asciuga gli occhi e corre verso il pluviale, lo raggiunge e lentamente scende.
La nebbia si fa più fitta ogni attimo che passa, Nadia si guarda intorno e corre verso July.
Giunta sul posto, Nadia nota una grossa ferita alla testa dell’amica, e la ferita che si è fatta
col vetro perde molto sangue.
Strappa un pezzo della sua maglia, e lo lega stretto alla gamba dell’amica.

NADIA
Oddio July resisti ti prego, faro
il più presto possibile.

Nadia Corre verso la macchina, prova ad aprire lo sportello, e sente un qualcosa passargli velocemente alle spalle
Le si gira terrorizzata.

NADIA
Chi c’è?
(urla)

Si volta verso la macchina e velocemente apre lo sportello ed entra, prova a mettere in moto….ma l’auto non parte…in lacrime riprova….. ma niente.
Disperata da un pugno al volante

NADIA

Maledizione parti.

Riprova…. ma ancora nulla.

NADIA
Al diavolo!

esce dall’auto attraversa il cortile del dormitorio e comincia a correre verso il campus che si trova a circa 500 metri dal dormitorio.

NADIA
Forza Nadia puoi
farcela, coraggio

Inizia a correre a perdifiato fino a sparire completamente all’interno della fitta nebbia. STACCO

MUSICA:http://www.youtube.com/watch?v=-6uX0MWetHA&feature=related


SCENA 14

INTERNO DORMITORIO PIANO 2 – STANZA

La porta vacilla sempre di più sotto i colpi degli oggetti che Sam gli scaraventa contro,è quasi totalmente scardinata.
Mike e Worren nella disperazione cercano di prepararsi per la nuova minaccia
Da un buco che si e creato sulla porta Mike vede chiaramente Sam in fondo alla grossa sala.

MIKE
Ok amico è li lo vedo,
è in fondo alla sala.

WORREN
Tra poco la porta andrà giù, e in
quel momento noi schizziamo fuori
di corsa.
Stiamo vicini alla partee, e
cerchiamo di raggiungere la porta ok?

MIKE
ok amico proviamoci.

WORREN

Mi raccomando corriamo
senza guardarci intorno, il
nostro obbiettivo è la porta d’uscita.

Mike trema, deglutisce con uno sforzo e fa un cenno si assenso all’amico.

MIKE

Grazie amico!

Worren volta la testa dalla porta e guarda l’amico, con un mezzo sorriso, gli da una pacca sulla spalla

WORREN
NON PREOCCUPARTI usciremo
da questo posto.
Ce la faremo vedrai!
CI nascondiamo da qualche parte
e tra poco July sarà qui
con gli aiuti!

un altro colpo colpisce la porta che ormai e mezza penzolante, in lontananza vediamo Sam alzare oggetti intorno a lui solo con dei gesti delle mani, senza toccarli.
questa volta si solleva da terra, la gamba di uno dei grossi tavoli che erano presenti nella sala, l’oggetto
sibila in aria schiantandosi e frantumandosi sulla porta che si sfonda e cede definitivamente.

WORREN
(grida)
Ora Mike andiamo andiamo!

A rallentatore
vediamo i 2 ragazzi correre, attraversare la porta frantumata, schivando pezzi degli oggetti che erano
stati scaraventati là.
Primo piano sui loro volti decisi e gli sguardi fissi sulla grossa porta che da sul corridoio.
Sam li segue con lo sguardo, arrivati a metà sala il braccio sinistro di Sam è proteso in avanti verso i ragazzi, lo muove velocemente verso sinistra, e vediamo Worren saltare all’indietro come se fosse stato spinto da qualcosa di molto forte.
Il suo corpo si solleva di uno o due metri da terra per poi tornare a cadere praticamente davanti alla porta della stanza dalla quale erano appena usciti.

la pellicola torna a velocita normale

FINE MUSICA


Mike si volta terrorizzato a guardare l’amico.

MIKE

(grida)
Worren nooo

Sam tende in avanti il braccio destro verso Mike, quest’ultimo sbatte violentemente sulla parete.
Sam solleva di pochi centimetri il braccio e vediamo Mike staccarsi da terra restando immobilizzato contro il muro.

MIKE

(lamenti)
hcc..chcc.
WWoreeecc

ha gli occhi sgranati e la mascella aperta bloccata anch’essa.Worren si riprende stordito dopo il colpo preso, scuote
la testa come a far chiarezza su cosa gli sia successo.
Si accorge della situazione dell’amico.

WORREN
(grida)
Mike?
Lascialo stare!
che diavolo vuoi da noi?
è stato un errore dei nostri genitori
non nostro.
(riferito a SAM)


Sam si volta verso Worren lo guarda fisso negli occhi, il suo sguardo e assente come se fosse un corpo vuoto.
Worren sente un fischio fortissimo nella sua testa, urla portandosi le mani a coprire le orecchie, poi il sibilo
cessa e sente la voce di Sam Entrargli nella mente, senza che quest’ultimo aprisse bocca.
la sua voce è arrabbiata, dura.

SAM VFC
I vostri genitori
mi hanno strappato
la vita quando
ero ancora giovane, mi
aspettava un brillante futuro.
io faro provare a loro
lo stesso dolore!


WORREN

(voce esausta)
noi non centriamo nulla

Sam si volta nuovamente verso MIke ancora bloccato a mezz’aria, solleva il braccio sinistro ed un grosso pezzo di legno rotondo si solleva da terra.
Worren intuisce il pericolo del suo amico, afferra un pezzo di legno, forse la gamba di una sedia.
Il frammento è molto appuntito, si alza in piedi e si lancia correndo e urlando a squarciagola verso Sam.

WORREN
BASTAA.. LASCIALO
STAREEE

Ormai si trova a mezzo metro, e Sam non accenna a muoversi o difendersi.
Il paletto si conficca su un fianco per circa trenta, quaranta centimetri.
La foga di Worren e talmente tanta da spezzare il paletto facendolo sbilanciare e cadere a terra, scivolando lungo
il pavimento fino a sbattere sulla grossa porta che dà al corridoio.
Worren non crede ai suoi occhi, Sam non ha fatto alcun cenno, e dove ha il paletto piantato non c’è sangue, nulla, è stato
come colpire una sagoma di polistirolo.

WORREN

(Balbetta terrorizzato)
è..èè.. uun m m m..mos mos mostro
(Sottovoce)
Mike!

Sam tende il braccio sinistro, e il grosso blocco di legno che roteava in aria sfreccia improvvisamente verso Mike

MIKE
(occhi sgranati per la paura)
çççoooo
Wççç
(silenzio)

WORREN
(urla)
NOOOO MIKEE

Il grosso pezzo di legno si conficca in pieno nel volto di mike, coprendo occhi naso e bocca.
Sam cala entrambe le braccia, e Mike si affloscia sul muro, restando comunque inchiodato a mezz’aria alla parete
segno che quel grosso blocco aveva sfondato la sua testa conficcandosi nel muro.STACCO

MUSICA:http://www.youtube.com/watch?v=P3Su4zkLIcg&feature=related


SCENA 15

INTERNO DORMITORIO PIANO 2 – SALA

Worren chiude gli occhi e va nel panico, lotta con se stesso per riprendere il controllo delle sue emozioni.
Udiamo lo scorrere dei suoi pensieri

WORREN VFC

Stai calmo calmo
Mike è morto. tu ancora no
in piedi coraggio
in piedi.
La porta del corridoio è alle tue
spalle, puoi farcela Worren.
scatta e corri!

Il silenzio è totale, sentiamo solo il battito di Worren Scandire il tempo.
Primo piano sul suo volto, primissimo piano sugli occhi che si riaprono, lo sguardo freddo e deciso.
Sam si trova a qualche metro da lui.
Worren scatta in piedi velocemente e si fionda fuori dalla stanza
Corre lungo il corridoio senza voltarsi indietro, le porte delle camere si staccano dai cardini
finendogli contro, ma riesce a reggere i colpi ricevuti e continua a correre, vede le scale, cerca di girare
ma corre troppo velocemente e quindi scivola sul pavimento.
Si rialza subito rischiando di cadere nuovamente nella ripartenza, imbocca le scale, scendendo tre gradini alla volta.
sentiamo i suoi pensieri in fuoricampo

WORREN VFC
Corri non fermarti.
secondo piano, la stanza
lavanderia, mi nasconderò
li finché July non arriva!
Posso farcela.

Arriva al secondo piano e corre dritto verso la fine del corridoio, vede la porta in fondo, la sua destinazione.
Volta leggermente la testa cercando di capire se Sam sia al suo inseguimento, ma non vede nessuno.
Con più sicurezza e determinazione accellera la corsa.
Arriva apre la porta entra, e resta terrorizzato, davanti a se vede Nadia a terra in un angolo, la testa ruotata
di 180 gradi rispetto al corpo.
Inorridisce e si blocca per un istante..

WORREN VFC
E’ finita, se Nadia
non c’è l’ha fatta
è proprio finita.

Con la coda dell’occhio, alla sua destra vede Sam Sbucare dalla scale, e dirigersi verso di lui con passo fermo tranquillo.
Vediamo la scena in soggettiva di Worren
Ci guardiamo intorno, alla nostra destra c’è lui che si avvicina, davanti a noi Nadia morta sul pavimento, con una
rapida occhiata dentro la stanza notiamo un lungo tubo dell’acqua passare sopra 2 lavatrici.
E’ di metallo ma sulle giunture sembra marcio.

WORREN VFC
Non devo arrendermi, ci
proverò fino alla fine. quel tubo
può andare.

Sale su una lavatrice, e comincia a tirare con tutte le sue forze quel tubo, con un paio di strattoni lo strappa via facilmente.
Con un paio di respiri profondi cerca di farsi coraggio

WORREN VFC
Vai!

Al rallentatore vediamo Worren uscire dalla stanza e girarsi a sinistra verso Sam, che ormai si trova a dieci metri da lui.
quest’ultimo si ferma e lo osserva immobile, il suo volto è neutro senza emozioni.
Worren cerca di mascherare la sua paura, per poterlo affrontare

FINE MUSICA

 
WORREN

(disperato)
Lasciami stare..
io non ti ho fatto niente
come non ti avevano fatto niente
i miei amici, e tutti
gli altri del dormitorio. perché
fare una carneficina così

Worren sentì di nuovo le parole di Sam nella sua testa.

SAM VFC
Qualche mese fa all’inizio di un nuovo anno scolastico,
anni che ho vissuto chiuso in un limbo tra due mondi,
ho avvertito la vostra presenza.
Non mi importava uccidere tutti
il mio obbiettivo eravate tu e il tuo amico.
ieri dopo 29 anni di attesa in fondo a
quel lago, ho agito e nella collera ho massacrato
chiunque mi si parasse davanti
sperando di vedere le vostre facce.
Ma voi non c’eravate.

Worren ha il fiato grosso, la rabbia nel sentire nella sua testa le frasi fredde senza alcun rimorso di quel mostro.
Dettaglio dei suoi pugni che serrano il tubo con più forza, i muscoli delle sue braccia si irrigidiscono.
all’improvviso non prova più ne rabbia ne paura.
ma ha solo voglia di mettere fine a quell’incubo in un modo o nell’altro.
Stringe i denti e si prepara ad attaccare.

SAM VFC
Ora tocca a te!

Worren emette un grugnito che sente salirgli dallo stomaco poi con un urlo si lancia contro Sam.

WORREN
(urlando)
ESCI DALLA MIA TESTAAA.

Worren corre verso Sam che lo attende fermo e impassibile, il tubo afferrato come a volerlo infilzare.
Sam afferra il tubo dall’altra estremità, e con un rapido movimento del braccio sbatte Worren contro il muro alla sua destra.
Worren cade a terra, ma stringe ancora fortemente il tubo in mano, si rialza subito e tenta nuovamente di colpire Sam.
Il colpo va a segno ma Sam non si è nemmeno mosso, come se non avesse sentito il colpo.
Sam Con un gesto del braccio destro e senza toccarlo, solleva da terra Worren e lo fa sbattere nel muro alla sua sinistra.
Ma lui non demorde, pochi istanti ed è nuovamente in piedi, altro colpo col tubo che stavolta si infila nel collo di Sam.
Worren lo estrae e cerca di colpirlo nuovamente ma stavolta Sam afferra il tubo con la mano sinistra mentre, tendendo il braccio destro teso verso Worren, scaraventa quest’ultimo verso il muro in fondo al corridoio a circa 10 metri di distanza.
Sam rotea il tubo e lo lancia verso Worren colpendolo alla spalla ed inchiodandolo al muro.
Urlo straziante di Worren che si arrende all’evidenza.

WORREN VFC
E’ FINITA!

MUSICA:http://www.youtube.com/watch?v=ILrPW5O2RIM

Sam scompare da dove si trova ed in un istante riappare a pochi centimetri da Worren.
Sbatte una mano di fianco alla sua testa, Worren che ormai lo guarda negli occhi senza più alcuna paura.
I loro volti si trovano a pochi centimetri, Sam lo guarda poi alza la mano destra all’altezza del petto di Worren
con la mano dritta a taglio, sferra un colpo al petto del ragazzo.
La mano di Sam sfonda il torace di Worren, quest’ultimo sgrana gli occhi ed emette un
lamento lancinante per poi cominciare a tossire, riempendosi subito la bocca di sangue.

Sam comunica nuovamente con lui entrando nella sua testa.

SAM VFC
TI HA UCCISO TUO PADRE.

Worren lo guarda, il suo sguardo è ormai spento, cerca dentro di sè tutte le sue forze.
Accenna un sorriso sforzato e poi sputa in faccia a Sam, sporcandogli la faccia di sangue.

WORREN
(con un ultimo filo di voce)
VAFFANCULO STRONZO!

Qualche colpo di tosse, sputando ancora del sangue e anche Worren si arrende dando l’ultimo respiro! STACCO.


SCENA 16

ESTERNO DORMITORIO – CORTILE

La pioggerellina continua incessante, il cielo da nero comincia a farsi leggermente più chiaro, segno che l’alba è ormai vicina.
In campo lungo vediamo July che si sta alzando da terra, è ferita cammina a fatica zoppicando.
La profonda ferita alla gamba le ha fatto perdere molto sangue, tenta ancora un passo, ma perde l’equilibrio e si appoggia
ad un muro.
Vediamo attraverso i suoi occhi la figura molto sfuocata della macchina davanti a lei.
Disorientata si guarda intorno, con non pochi sforzi si porta a fatica vicino alla macchina, prova ad aprire lo sportello
ma non riesce, sente una presenza alle sue spalle, si volta e c’è Sam davanti a lei.
Primo piano sul viso di July tutta sporca di sangue e col fiato grosso, comincia improvvisamente ad urlare a squarciagola.
Sam gli mette la mano sulla testa, lei cade inginocchiandosi ormai stremata, improvvisamente il suo sguardo si smarrisce.
Sente dentro la sua testa il suo assalitore.
Sam gli invia delle ripetute immagini della notte in cui è stato ucciso, e fa vedere a lei anche il modo in cui a ucciso i suoi amici.
Vediamo una serie di immagini che scorrono nella testa di July: il corpo di Mike appeso al muro; Nadia con il collo
spezzato e Worren appeso al muro con un tubo piantato su una spalla, e uno squarcio nel torace.

JULY
(in lacrime e disperata)
noooo, perché… perche ci hai
fatto questo.

Sam stringe più forte la testa di july e vediamo scorre altre immagini, i volti dei genitori di Mike e Worren.
La voce di Sam scorre nella testa di July.

SAM VFC
Dì loro che sono stato io.

July ancora in ginocchio e in lacrime sente allentare la presa sulla sua testa.
Apre gli occhi e davanti a lei Sam non c’è più.
Stremata vediamo un chiaro raggio di sole spuntare dai boschi alle sue spalle.
Lei distrutta crolla a terra in lacrime. l’inquadratura dall’alto ci mostra lei rannicchiata a terra vicino alla macchina, la camera si allontana sempre di più da lei finché non riusciamo più a distinguerla.
L’immagine sfuma
Compare la scritta sullo schermo

THE END


Scritto da Orazio.I


Diretto da Renny Harlin

Cast:
Worren ———————–Josh Hutcherson

Sam ————————– Toby Hemingway

Mike —————————– Joe Jonas

Nadia ———————— Brenda Asnicar

July————————- Bridgit Mendler

Produzione
Oren Productions


Questo film è fittizio e partecipa a un gioco di cinema virtuale senza scopo di lucro.


www.cinematik.it

© 2011 tutti i diritti sono riservati

Commenti